Italia-Francia: il fotoracconto

di Gioia Bò 1

Ci sono emozioni che è difficile raccontare attraverso le parole. Pensate forse che la battaglia di ieri sera contro la Francia sarebbe stata vissuta meno intensamente da parte nostra, se priva di commento?

Credo proprio di no. E allora riviviamole insieme le emozioni del trionfo, dando spazio alle immagini più belle di una serata che poteva rappresentare un incubo e che si è trasformata invece nella più dolce delle realtà. E senza biscotto!

Donadoni mischia ancora le carte rispetto alla gara contro la Romania. Cassano, eletto a salvatore della patria, viene buttato nella mischia. Gattuso viene riproposto in mezzo al campo a contrastare la veemenza dei francesi.


Domenech risponde schierando dall’inizio Henry, che con Ribery e Benzema dovrebbe creare non pochi problemi alla retroguardia azzurra. Fuori Thuram. Fuori per sempre, vista l’intenzione di lasciare nuovamente la nazionale dopo l’Europeo.

Scambio di saluti prima del fischio d’inizio tra Toni e Ribery, compagni nel Bayern Monaco, campione di Germania. Alla fine l’azzurro dovrà rimpiangere le numerose occasioni da gol letteralmente mangiate davanti a Coupet, mentre il francese si mette ko da solo, affondando il tackle su Zambrotta e riportando la peggio.

Il merito di Toni è stato però quello di procurarsi il rigore del vantaggio, mandando in bambola Abidal, giustamente espulso.

Tiro preciso di Pirlo e gol scaccia-problemi, nonostante il silenzio proveniente da Berna pesi come un macigno sulla testa dei nostri.

Nella ripresa un boato scuote la gara: Huntelaar ha portato in vantaggio l’Olanda, mettendo la parola fine alle tante chiacchiere di questi giorni su presunte combine ammazza-grandi.

Ma non basta. L’Italia, seppure in superiorità numerica, non è ancora riuscita a dare il colpo di grazia ad una Francia che spera ancora. Ci pensa De Rossi a firmare il passaggio del turno. Punizione dal limite, Henry che si gira verso la sua porta e deviazione che spiazza Coupet.

E’ il due a zero che chiude la partita e la gioia del numero 10 è irrefrenabile. Corsa verso la panchina ad abbracciare tutti, in particolare Gamberini.

Arriva anche il raddoppio degli olandesi, ma ormai la qualificazione è conquistata. Francia e Romania fuori, Italia ai quarti contro la Spagna.

Avanti ragazzi, ormai ci abbiamo preso gusto!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>