Barbados ingaggia calciatori via web

di Marco Mancini 1

Il vostro sogno è sempre stato giocare i mondiali? Vi piacerebbe almeno partecipare al torneo di qualificazione? Barbados vi dà l’opportunità. La nazionale caraibica, dopo l‘8-0 subito in casa degli Stati Uniti durante una partita di qualificazione a Sudafrica 2010, sta reclutando nuovi calciatori, ma stavolta via web.

Pare infatti che non è che in patria manchino buoni calciatori, ma mancano i calciatori stessi. Il ct Eyre Sealy ha così indetto una sorta di reality “Campioni” per i calciatori della futura nazionale, da ingaggiare via web. E se non siete nati in quei Paradisi in Terra, non vi preoccupate. Il modo per farvi prendere la nazionalità si trova. Dopottutto se è diventato di nazionalità polacca Guerreiro, che di polacco non ha proprio niente, e almeno una ventina di calciatori di questi Europei sono oriundi, il problema non sembra porsi.


L’idea è venuta dopo la sconfitta pesante contro gli Stati Uniti, arrivata dopo un gol pochi secondi dopo il calcio d’inizio di Dempsey, e chiuso con un’autorete di Ferguson. Barbados al momento si trova al 121esimo posto della classifica Fifa, sui 199 disponibili. Nel primo turno era riuscito anche a battere la Repubblica Dominicana per 2-1, ma questo non è bastato alla federazione, che si è resa conto che anche il più insulso degli infortuni avrebbe potuto mettere in crisi il selezionatore.

A questa trovata dovrebbero prestare un occhio anche Santa Lucia, sconfitta dal Guatemala 6-0 e le Bahamas, sconfitte 7-0 in Jamaica, ma credo che qualche calciatore con spirito di avventura non ci penserà due volte ad imbarcarsi in questa impresa. Dopotutto a chi non piacerebbe essere pagato per andare a vivere (e giocare a calcio) ai Caraibi.

Commenti (1)

  1. ma come si fa a contattarli???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>