La top ten dei mister stranieri in Inghilterra

di Gioia Bò Commenta

Poveri inglesi, costretti ad ammirare la kermesse continentale senza esserne protagonisti, lasciati a casa da una Croazia che invece continua a vincere.

Ma questa è storia del passato. Ora sulla panca dei Tre Leoni c’è un italiano, chiamato appositamente per risollevare le sorti di un’Inghilterra alla deriva.

Forse è la motivazione che ha spinto il Sun a stilare la classifica dei migliori tecnici giunti nel Regno Unito dall’Oltremanica, nella speranza che lo straniero porti bene. In particolare l’italiano, visto che due tecnici nostrani, Vialli e Ranieri, sono stati inseriti nella top ten.


Al primo posto non poteva esserci che lui, Arsene Wenger, ormai sulla panchina dell’Arsenal da 12 anni. Al contrario di molti colleghi, raramente viene messo in discussione e sembra che il sodalizio con i Gunners possa durare per molti altri anni.

Seconda piazza per il portoghese Josè Mourinho, neo allenatore dell’Inter, che dalle parti di Londra ha lasciato il segno, conquistando per due anni di fila la Premier. Purtroppo per lui, in Champions non è mai riuscito ad andare oltre la semifinale.

Terzo posto per Rafael Benitez, spagnolo alla guida del Liverpool. Al contrario di Wenger, spesso e volentieri si parla di esonero per lui, nonostante la conquista della Champions League nel 2005. Il suo limite è il campionato.

A seguire troviamo Gerard Huollier, anche lui sulla panchina dei Reds qualche anno fa, mentre la quinta posizione è occupata da Avram Grant, sebbene non abbia raggiunto gli obiettivi che Abramovich desiderava. Ma un tecnico sconosciuto che ha dato filo da torcere al Manchester fino alla fine e che ha raggiunto la finale di Champions al primo tentativo, merita certamente di essere inserito tra i migliori.

Il primo italiano lo troviamo al sesto posto ed è il plurititolato Gianluca Vialli. In pochi anni è riuscito a conquistare la Double, Coppa delle Coppe-Coppa di Lega prima della FA Cup e della Supercoppa Europea.

Settimo Jaunde Ramos seguito dall’atro italiano in classifica, Claudio Ranieri. L’attuale allenatore della Juventus non ha conquistato trofei, ma al Chelsea ne hanno un ricordo positivo, essendo riuscito a raggiungere un secondo posto nella Premier e la semifinale di Champions League.

Chiudono la classifica Sven Goran Eriksson, al Manchester City per una stagione, e Martin Jol, allenatore del Tottenham prima che arrivasse Ramos.

Questa è la top ten degli allenatori stranieri che hanno ben lavorato in terra britannica, una classifica provvisoria in attesa di poter scrivere il nome di Don Fabio, in cima a quella lista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>