Rischio squalifica per Materazzi

di Marco Mancini 4

Una volta c’era Calciopoli, Moggiopoli, o come vi piace chiamarlo. Retrocessa la Juventus, ecco l’ennesimo scandalo di casa nostra. Non bastavano i bilanci truccati, i rigori inesistenti o i fuorigioco non fischiati, ad aiutare la nuova Inter ci si mette anche il regolamento Fifa.

Per evitare che i calciatori (soprattutto per un vizio tutto italiano) saltassero le amichevoli delle nazionali, inventandosi malanni che poi si rivelavano falsi, l’organizzazione mondiale del football ha introdotto una norma (artt. 75-76 delle norme organizzative interne) da qualche anno, secondo cui se un calciatore viene convocato in nazionale, ma poi dimostra che per qualche guaio fisico non può giocare la partita, non potrà nemmeno scendere in campo nel match successivo di campionato con il proprio club.


E invece, guarda caso, chi è che va ad infrangere questa norma? Ovviamente l’Inter, la padrona del calcio in Italia. Marco Materazzi ha giocato 90 minuti (e bene) contro il Catania, ma in teoria non avrebbe potuto, perchè aveva saltato la gara della nazionale mercoledì scorso contro il Portogallo.
A denunciare il fatto è stato l’amministratore delegato degli etnei Lo Monaco, lamentandosi del fatto che il loro terzino Vargas, regolarmente convocato in nazionale, ad una partita ha dovuto dare forfait per un risentimento muscolare, ma nonostante avesse recuperato la forma per la domenica, non è potuto scendere in campo per questa norma.
A questo punto la domanda sorge spontanea, a detta di Lo Monaco: “Dobbiamo solo capire se la legge è uguale per tutti, o se ce n’è una per l’Inter e una per il Catania”. Domanda leggittima.
E ancora, rincara la dose: “Se questa normativa viene tacitamente bypassata, a me sta bene, che ce lo dicano. Se la legge è uguale per tutti penso che debba beneficiarne anche il Catania, se la regola non vale per Materazzi allora non vale neanche per Vargas”.

A sua difesa è intervenuto addirittura Sandro Mazzola, che in un intervista ha dato ragione ai catanesi, invitando l’Inter a rigiocare la partita, ovviamente senza “Matrix”.
Ma purtroppo per i rossoblù, sembra arrivare una seconda sconfitta.
Ieri il Presidente della Federcalcio ha dimostrato come la norma Fifa non sia applicabile a Materazzi, dato che il giocatore si è presentato in ritiro e sia stato visitato dagli stessi medici della Nazionale, che lo hanno dichiarato non arruolabile per l’amichevole, mentre la norma sarebbe applicabile a chi presenta un certificato medico esterno all’organizzazione, o si rifiuta di presentarsi in ritiro. Ma a questo punto non si capisce perchè sia stato impedito a Vargas di giocare con il Catania la scorsa volta, dato che la situazione era praticamente identica.

La palla adesso passa al giudice sportivo Gianpaolo Tosel che dovrà esprimersi sull’eventuale squalifica al giocatore (ma non sulla penalizzazione della squadra) o sull’archiviazione del caso.

Commenti (4)

  1. Fatta la legge, trovato l’inganno. E’ sempre così e, guarda caso, pagano sempre le piccole!

  2. no più che altro devi dire, va sempre a vantaggio dell’Inter! senza tutti questi aiuti adesso sarebbe terza! incredibile

  3. Chiamatela FARSOPOLI che è meglio!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>