Verso Euro 2008: Olanda

di Marco Mancini Commenta

Anche Van Basten, come Donadoni, preferisce diramare una pre-lista di calciatori da portare in ritiro, che verrà scremata fra una settimana. La prima notizia è che Clarence Seedorf era stato convocato inizialmente dall’ex attaccante del Milan, ma siccome lui non si sente a suo agio con gli schemi del ct olandese, ha preferito rifiutare la convocazione. Così dopo aver saltato i mondiali di Germania, adesso Seedorf non parteciperà nemmeno agli Europei.

La lista presentata finora contiene 26 calciatori, tre in più di quelli definitivi, che saranno eliminati dalla lista dei portieri (4 i convocati finora) e due dagli attaccanti, convocati addiirittura in 7. Dando un’occhiata ai nomi, salta all’occhio come, nuovamente, sia stato escluso Roy Makaay, scarpa d’oro 5 anni fa con il Deportivo Lacoruna, oggi al Feyenoord, e anche il giovane terzino del Real Madrid, Drenthe, lasciato probabilmente alla nazionale Olimpica, dato che ha solo 21 anni.


Il portiere titolare sarà incerto fino all’ultimo, dato che Van Der Sar ha più esperienza di tutti lì in mezzo, ma non dà ancora quella sicurezza che dovrebbe, e così è in competizione con Stekelenburg, portiere dell’Ajax, e con Timmer del Feyenoord. Il quarto portiere, che sicuramente verrà scartato, è Boschker.

I difensori vengono un pò da tutta Europa. Ci sono solo De Cler e Heitinga che giocano in Olanda, per il resto provengono 3 dall’Inghilterra (Bouma, Melchiot e Oijer), dalla Germania (Mathijsen) e dalla Spagna (Boulahrouz). Al contrario, i centrocampisti provengono quasi interamente dall’Eredivisie: Landzaat e Van Bronckhorst dal Feyenoord, Afellay dal PSV, Engelaar dal Twente e De Zeeuw dall’AZ. Gli “stranieri” sono De Jong, Van Der Vaart e Sneijder.

I nomi delle punte sono più o meno conosciuti. Il titolare sarà sicuramente Van Nistelrooy, affiancato dall’attaccante dei desideri italiani, Huntelaar. Dietro di loro ci saranno Babel, Kuyt, Van Persie, Robben e Vennegor of Hesselink. Nessun “italiano” dunque. Diciamo che come attacco gli olandesi non hanno da invidiare nessuno, resta solo da vedere il reparto arretrato, se sarà all’altezza della competizione. E si vedrà già dall’inizio, dato che l’Olanda è inserita nel gruppo C, il più difficile, quello dell’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>