Verso Euro 2008: Italia

di Marco Mancini 4

Ultima occasione per Cassano per dimostrare di essere maturo. Il ct Donadoni ha deciso di convocarlo nella pre-lista per l’Europeo, spiazzando tutti, prima di tutto sul numero dei convocati. Infatti tutti si aspettavano dai 28 ai 30 calciatori, e invece nel ritiro austriaco ci sarà posto solo per 24. Trovata poco felice quella di Donadoni, a mio parere, perchè sarebbè stato più facile scartarne 5 a pochi giorni dall’inizio del torneo, piuttosto che uno solo, come dovrà fare, visto che ogni nazionale non potrà portare più di 23 calciatori.

Lo ha dichiarato lui stesso: “Mi metto nei panni dell’atleta, non sarebbe bello sapere che sei nei 24, ma poi tornerai a casa“. Probabilmente non è stato abbastanza coraggioso da prendere una decisione netta: o 30 nella pre-lista o direttamente 23 come fanno nelle altre nazionali.


Forse la sua speranza è che qualche attaccante si faccia male, perchè altrimenti toglierlo dall’imbarazzo sarà davvero difficile. I nomi sono quelli che vi abbiamo annunciato la settimana scorsa, secondo le indiscrezioni del quotidiano “L’Informazione” di Parma, con solo piccole modiifiche. La prima la troviamo tra i portieri. Evidentemente Donadoni non è riuscito a convincere Abbiati a fare il terzo portiere, dato che lui voleva essere almeno secondo, e così, insieme a Buffon e ad Amelia, ha convocato De Sanctis, che non è nemmeno titolare nel Siviglia.

La difesa è uguale a quella pronosticata, con ovvie scremature (visto che non poteva portarsi dietro 12 difensori). I convocati qui sono Barzagli, Cannavaro, Chiellini, Grosso, Materazzi, Panucci, Zambrotta. Praticamente i campioni del mondo con in più Panucci al posto di Nesta. Nessuna sorpresa neanche tra i centrocampisti, dove fanno il loro esordio Aquilani e Montolivo, insieme a Pirlo, Gattuso, Ambrosini, Perrotta, Camoranesi e De Rossi.

Gli attaccanti convocati sono 6, e siccome non si potrà convocare meno di 7 difensori e meno di 8 centrocampisti, è qui che ci sarà l’unico escluso. I nomi sono i soliti: Toni, Borriello, Del Piero, Di Natale, Quagliarella e come detto, Cassano. Probabilmente qui non ci sarà discussione sulle punte centrali, Toni titolare e Borriello sua riserva, come non ci saranno problemi per le due ali titolari, Quagliarella e Di Natale. Il ballottaggio sarà tra Del Piero e Cassano, ma siccome lo juventino è prima di tutto campione del mondo, poi è capocannoniere di quest’anno, ed inoltre è anche uomo spogliatoio (tutto il contrario di Cassano di cui ancora non ci si può fidare ciecamente), il nome che dovrebbe essere escluso è facilmente prevedibile, e conoscendo il temperamento del barese, forse Donadoni avrebbe fatto meglio a lasciarlo a casa dall’inizio, se non vuol grane a pochi giorni dall’inizio dell’Europeo.

Commenti (4)

  1. Sempre meglio gli oranghi dei raccattapalle!!
    http://youtube.com/watch?v=Eyh7ZHI4mcw

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>