Ronaldinho comprato dal fratello, Cannavaro&Co in vendita!

di Gioia Bò Commenta

Stampa spagnola scatenata in questi giorni e non solo per la vittoria della nazionale su una delle squadre favorite per la conquista dell’Europeo, ma anche sulle questioni di mercato che riguardano i due club più blasonati della Liga.

In casa Barcellona tiene banco da tempo immemorabile la vicenda Ronaldinho, dato per sicuro partente già lo scorso gennaio e poi rimasto (malvolentieri) in Catalogna. Lo voleva il Chelsea, pronto a sborsare 14 milioni di euro all’anno per assicurarsi le sue prestazioni, ma il club si oppose al trasferimento. Ora però la situazione è precipitata ed i continui capricci del brasiliano avrebbero convinto la società ad abbattere il costo del cartellino (120 milioni di euro), per facilitare la sua partenza.

Il presidente Laporta continua a negare questa possibilità, ma la maglia numero 10 del Barca sarà indossata da qualcun altro nelle prossime stagioni. Il Chelsea è sempre in pole position per l’acquisto del giocatore, anche se negli ultimi giorni si è fatta avanti un’altra ipotesi che creerebbe un precedente nel mondo del calcio. Secondo il quotidiano Marca, infatti, Roberto de Assis, fratello-procuratore di Ronaldinho, nonché proprietario del Porto Alegre, potrebbe avvalersi di una norma Fifa e comprare il cartellino per 16 milioni di euro, per poi rivenderlo al miglior offerente per almeno 40 milioni netti.


Sembrerebbe un’operazione da fantacalcio, ma se dovesse andare in porto, gli incassi dei due fratelli verrebbero moltiplicati e forse farebbero dimenticare a Ronaldinho i problemi fisici dai quali dice di essere afflitto, ma che i medici non hanno riscontrato. Capriccio, voglia di cambiare aria? Probabimente si ed a questo punto non converrebbe a nessuno trattenerlo contro la sua volontà. Staremo a vedere da qui a giugno.

Problemi diversi invece in casa Real Madrid, dove Ramon Calderon è intenzionato a far piazza pulita, trasformando il club in un enorme supermercato. Il motivo? L’esclusione dalla Coppa del Re, dalla Champions League e la crisi nera attraversata dalla squadra in campionato, tanto che il Barca, pur avendo vinto solo una delle ultime quattro partite, si è portato a -4 dalle merengues.

Sul piede di partenza, secondo la stampa spagnola, ci sarebbero Metzelder, Saviola, Soldado, Baptista, Diarra, Salgado, Dudek e, udite udite, Fabio Cannavaro, responsabile di aver causato il rigore del 2-2 nell’ultima gara contro il Valencia e di non essere riuscito a contenere Arizmendi nell’azione che ha portato al definitivo 3-2. Con le valigie in mano anche Ruud Van Nistlerooy, che non avrebbe colpe particolari, ma visto che il Milan è pronto a sborsare sette milioni di euro, il suo nome potrebbe finire sulla lista dei partenti.

Aspettiamoci dunque un calciomercato ricco di sorprese ed un’estate bollente: quest’anno la spesa si fa in Spagna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>