Primo boom di mercato: scambio Iaquinta-Mancini

di Marco Mancini 1

Altro che Lampard, altro che Amauri, altro che Diego, il colpo del prossimo mercato della Juventus potrebbe chiamarsi Mancini. Non stiamo parlando dell’allenatore semi-dimissionario dell’Inter, ma di uno degli esterni più forti del mondo, il brasiliano ora in forza alla Roma.

Amantino è uno dei vecchi pallini della dirigenza bianconera che lo inseguiva sin da prima di Calciopoli. Ma a causa dello scandalo e della retrocessione in B l’affare sfumò.
L’annuncio della società è stato chiaro, per il prossimo mercato ci saranno a disposizione 50 milioni di euro da spendere per rifarsi il look, più introiti derivanti da eventuali cessioni (prima su tutte quella di Tiago al Tottenham).
Il costo del brasiliano si aggirerebbe intorno ai 20 milioni, ma sembrerebbe che la Juventus non sborserà un solo euro.


E qui entra in gioco Spalletti. L’allenatore giallorosso ha chiesto alla famiglia Sensi un attaccante da 15-20 gol a stagione. La prima idea era Amauri, ma l’attaccante del Palermo è considerato prima scelta proprio dalla Juve, oltre che da altre squadre di mezza Europa. La seconda era Mario Gomez, attuale attaccante dello Stoccarda. Ma anche qui sorge il problema del costo del cartellino. E allora il colpo di genio, proporre alla Juve lo scambio Mancini-Iaquinta.

La punta bianconera era il pupillo di Spalletti ai tempi dell’Udinese, quando il tecnico portò i friulani in Champions grazie a lui come ariete centrale. A Torino è chiuso da Del Piero e Trezeguet, e sicuramente non ci penserà molto a cambiare maglia per una squadra in cui ci sarà maggior spazio. Inoltre il suo costo è molto simile a quello di Mancini, e tenendo conto che i dissapori da spogliatoio del brasiliano non sembrano volgere ad una soluzione, l’addio alla maglia giallorossa sembra sempre più vicino. E poi facendo in questo modo la Roma risolverebbe il problema dell’attaccante, dato che Vucinic non garantisce sempre alte prestazioni, e il Lecce (che ne detiene ancora la comproprietà) vuole 10 milioni di euro per il riscatto, mentre la Juve risolverebbe il problema del centrocampista di qualità, visto il prossimo addio al calcio di Nedved.
E tutto questo senza uscire un soldo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>