Premier League: il Manchester prende il volo

di Marco Mancini Commenta

Giornata spettacolare la trentunesima di Premier League. Le prime quattro si sono scontrate in una sorta di play-offs che avrebbero dovuto far capire quale sarà la formazione in grado di dominare il campionato.
E visti i risultati, sembra non ci siano dubbi. Sarà il Manchester United con molta probabilità a vincere il campionato, almeno finchè sarà in forma quel mostro di giocatore che è Cristiano Ronaldo.

Altro gol (più un palo e una traversa) nel 3-0 senza scusanti rifilato al Liverpool di Benitez, e 24esimo gol nelle ultime 24 giornate per il fuoriclasse portoghese, che sembra divertirsi troppo quando i difensori avversari non gli puntano le caviglie. La brutta figura del Liverpool si può in un certo senso giustificare per il fatto che Mascherano si è fatto buttare fuori alla fine del primo tempo, e che quindi non ci si può permettere di giocare per un tempo intero in inferiorità numerica contro una squadra tanto forte. Ma a questo punto le speranze di raggiungerli sono veramente ridotte al lumicino.


L’unica squadra che un pò riesce a tenere il passo è il Chelsea, capace con Drogba di ribaltare il gol del vantaggio dell’Arsenal di Sagna, e superare i Gunners in classifica. Ma i 5 punti che li separano dal treno rosso sembrano davvero tanti. A 7 giornate dal termine in palio ci sono ancora il secondo posto, dove sono solo in due a contenderselo, e il quarto, ultimo per la qualificazione in Champions, dove l’Everton non riesce ad approfittare della batosta subita dal Liverpool, e pareggia 1-1 contro in West Ham, mostrando tutti i limiti di una squadra ancora inesperta.

Per l’ultima posizione in Europa invece la concorrenza è ben più agguerrita. Infatti subito dietro l’Everton compaiono 4 squadre racchiuse in un solo punticino, in cui solo il Blackburn convince, con il 3-1 rifilato al povero Wigan. Portsmouth e Aston Villa cadono negli ultimi dieci minuti di gara, mentre il City non riesce ad approfittare del facile turno contro il Bolton, e si fa fermare sullo 0-0.

Il Middlesbrough intanto si toglie definitivamente dalla zona pericolosa risolvendo con Tuncay la difficile gara contro il Derby County che non aveva niente da perdere, e che con un’altra sconfitta sarà matematicamente retrocesso in First Division, con un mese e mezzo d’anticipo.
Ci prova anche il Newcastle a tirarsi fuori dalla zona calda che non gli spetta, tornando alla vittoria dopo 13 gare, quasi tutte terminate senza punti all’attivo. Ora sono 6 i punti dalla terz’ultima, che si potrebbero ridurre notevolmente se si riprenderà l’andazzo precedente a questa partita.

Rimonta anche il Sunderland, che con la vittoria a pochi minuti dalla fine in casa dei Villans stacca il Birmingham e il Bolton e respira un pò, e può farlo anche il Reading, che batte proprio il Birmingham e avvicina la zona salvezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>