Milan – Juventus, tre giornate a Mexes, graziati Muntari e Pirlo

di Gioia Bò Commenta

A meno di quarantotto ore dal fischio finale di Milan-Juventus, arrivano le tanto attese decisioni del giudice sportivo in merito ad alcuni episodi della sfida scudetto. L’Italia calcistica si chiedeva se e come sarebbero stati valutati gli incontri ravvicinati Mexes-Borriello, Muntari-Lichtsteiner e Pirlo-Van Bommel, alla luce del referto arbitrale e – soprattutto – della prova televisiva.

TRE GIORNATE A MEXES. Ebbene, la sentenza è arrivata qualche ora fa, con il Milan che sorride a metà e la Juventus che può vantarsi di aver vinto almeno sul piano disciplinare. Il difensore rossonero Mexes è stato punito con tre giornate di squalifica, in seguito al pugno rifilato a Borriello a palla lontana. Il giudice si è avvalso della prova televisiva ed ha giudicato particolarmente violento il colpo del calciatore francese:

E’ di tutta evidenza l’intenzionalità del gesto ed appare superflua ogni ulteriore considerazione circa la natura “violenta” della condotta di cui si è reso responsabile il Mexes.

ASSOLTI MUNTARI E PIRLO. Nonostante l’evidenza delle immagini televisive, invece, non viene sanzionato l’incontro di kickboxing tra Muntari e Lichtsteiner, in quanto – a detta del giudice sportivo – occorre valutare:

l’acceso contesto agonistico e la dinamica dei convulsi movimenti di entrambi i protagonisti.

In casa Milan si sperava che i conti venissero pareggiati con la squalifica di Pirlo, reo di aver rifilato un paio di gomitate a Van Bommel. Speranze vane, visto che il centrocampista juventino aveva la palla tra i piedi al momento del contatto e cercava di difendere la propria posizione. Il tutto, tra l’altro, sotto lo sguardo di Tagliavento, che comunque ha ammesso di non aver notato il gomito alto di Pirlo.

GALLIANI DIFFIDATO. Nessuna sanzione neanche per Chiellini ed Ambrosini, particolarmente agitati al fischio finale, sotto l’occhio delle telecamere, mentre Galliani è stato diffidato fino al 5 marzo

per avere, al termine del primo tempo, al rientro negli spogliatoi, rivolto ad alcuni tesserati della società avversaria espressioni provocatorie ed irrispettose.

Con la stessa motivazione è stato squalificato per una giornata Silvano Ramaccioni, dirigente rossonero. La Juventus se la cava con 10.000 euro di multa per cori razzisti nei confronti dei giocatori avversari e con la squalifica di una giornata inflitta a Vidal, espulso nel corso della gara.

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>