Chi vorreste in attacco al Milan?

di Marco Mancini 1

Avantieri Galliani ha ufficializzato la lista dei 5 nomi delle punte a cui il Milan mira per la prossima stagione. In parte si conoscevano già, e cioè Drogba, Eto’o e Adebayor, in parte sono abbastanza sorprendenti come Gomez e Berbatov.

In attacco i rossoneri non è che stiano messi malissimo. Con la partenza di Gilardino, si giocano due maglie da titolare Borriello, Inzaghi e Pato, con Paloschi leggermente svantaggiato. Dovendo giocare solo la coppa Uefa il prossimo anno, potrebbero andare già bene così. Ma siccome il Milan vuol puntare allo scudetto (e gli infortuni sono sempre dietro l’angolo) magari una quinta punta non farebbe male, meglio poi se il suo nome destasse scalpore.


Ieri già le prime reazioni. In ordine di tempo hanno reagito per primi Adebayor e Wenger. Il calciatore ha parlato di “spazzatura” a proposito delle cose scritte sul suo conto, in relazione al Milan. L’allenatore invece ha ricordato che i rossoneri gli hanno già scippato Flamini, e non ha alcuna intenzione di lasciar andare via anche Adebayor. Depennato già il primo attaccante, meglio pensare a qualcun’altro.

Drogba sembra sempre più vicino all’Inter che al Milan, dato che è molto legato a Mourinho e con le sue tattiche si trova già a meraviglia. Se non dovesse arrivare all’Inter, la concorrenza del Barcellona sarebbe spietata, anche perchè Eto’o lascerà la Catalona al 99%, e non se ne trovano prime punte di livello sul mercato. Quindi, a mio parere, anche il nome dell’ivoriano andrebbe cancellato.

Berbatov una volta era considerato una delle punte più forti d’Europa. Capace di segnare 90 gol in 194 gare con il Bayer Leverkusen, e 44 in 94 partite con il Tottenham, fa parlare i numeri per sè. Ma c’è da dire anche che non è uno tanto avvezzo ai palcoscenici europei, dato che è stato una stella solo nella sua Bulgaria, e nemmeno a livello tanto eccelso. E soprattutto è molto facile all’infortunio, dato che ne ha subiti un bel pò negli ultimi anni.

Mario Gomez è un buon calciatore, un talento con i suoi 23 anni. I suoi 19 gol con la maglia dello Stoccarda gli hanno regalato il titolo di vicecapocannoniere dopo Toni, un onore che però lo ha portato in cima alla lista della spesa dei maggiori club europei, tra cui anche la Roma, che farebbero follie per lui. E bisognerà vedere se se la sentirà di fare un anno di “Purgatorio” nel Milan, non giocando la Champions la prossima stagione, come potrebbe fare nella maggior parte dei club che hanno chiesto il costo del suo cartellino.

L’unico fattibile della lista sembra quindi Samuel Eto’o. Il camerunense non vede l’ora di lasciare la Spagna, ed Ernesto Bronzetti ha già incontrato l’agente del calciatore, con cui ha avuto un colloquio molto produttivo. Ad Eto’o piacerebbe molto vestire la maglia del Milan, e la firma non sembra nemmeno tanto lontana. L’unico inconveniente è rappresentato dal Chelsea, che vedendo partire il suo attaccante principe, ha già offerto alla punta del Barça un contratto da 10 milioni di euro all’anno. Bisognerà vedere se Galliani sarà disposto a pagarlo anche più di Kakà.

In tutto questo, se dovesse arrivare una di queste punte, a farne le spese sarebbe proprio Paloschi, uno dei tanti talenti milanisti, che sarà costretto a fare le valigie. Galliani ha chiuso la lista con questi 5 nomi, ma non si sarà mica dimenticato un certo Andriy Shevchenko?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>