Calciomercato impazzito: Inter su C. Ronaldo e Juve su Podolski

di Marco Mancini 1

Il calciomercato sta per entrare nel vivo. Qualche colpo già è stato portato a termine, ma più che altro ciò è avvenuto tra la fine del campionato e l’inizio del mese di Giugno. Forse le attività si sono rallentate a causa degli Europei, ma intanto, dopo l’ingaggio di Zambrotta da parte del Milan, non è successo più nulla, e da allora è passato quasi un mese.

Ma non disperino gli appassionati di calciomercato, i colpacci arriveranno da un momento all’altro, anche se per adesso sono solo chiacchiere. Vediamo per ora le 4 big d’Italia cosa hanno intenzione di fare nel loro immediato futuro, che potrebbe cominciare a diventar caldo tra una settimana, alla fine del torneo.


La notizia che ha fatto tremare le fondamenta del mercato del calcio l’ha divulgata ieri il giornale spagnolo Mundo Deportivo, riportando un inserimento dell’Inter nella “guerra fredda” tra Manchester United e Real Madrid per Cristiano Ronaldo. La telenovela che va avanti già da un mese, e che continuerà anche nelle prossime settimane, era arrivata ad una fase di stallo, in cui il talento portoghese sembrava aver accettato la proposta madrilena, mentre Ferguson aveva rifiutato gli oltre 100 milioni che i blancos gli offrivano. Moratti intanto si è fatto avanti, dicendo che l’ingaggio del calciatore e il costo del suo cartellino non erano un problema per lui (figuriamoci), anche perchè i rapporti con la dirigenza dello United sono ottimi, e questo potrebbe portare ad un cambiamento di rotta nella trattativa. Pare infatti che Ferguson abbia dichiarato al Sun che Ronaldo è incedibile, nemmeno se dovessero arrivare centinaia di milioni lo manderebbe via. Se però il calciatore facesse di tutto per andarsene, preferirebbe mandarlo a Milano piuttosto che cederlo agli acerrimi nemici del Real Madrid. Insomma, ne vedremo ancora delle belle.

Intanto l’Inter, che ricordiamo finora non ha portato a segno nemmeno un acquisto, sta valutando l’ingaggio di Amantino Mancini, sempre più vicino al club di Moratti, per 15 milioni di euro per il suo cartellino e poco più di 3 milioni all’anno di ingaggio. Molto più difficile arrivare ad Aquilani, che come Ronaldo, se dovesse andar via non verrebbe mai ceduto ai rivali, ma al massimo potrebbe vestire la maglia della Juventus. Intanto Lampard sfuma definitivamente, Scolari ha proibito al centrocampista inglese di lasciare il Chelsea. Caso chiuso.

Juve che intanto, oltre ad aver praticamente chiuso per Xabi Alonso (manca solo la firma) è molto vicina anche al centrocampista dello Schalke 04 Rakitic, che si sta comportando molto bene in questi europei con la sua Croazia. Al suo cartellino sono interessati, oltre ai bianconeri, anche Inter e Chelsea, ma la squadra di Ranieri sembra la più disponibile a versare i 12 milioni richiesti. Intanto le voci insistenti che provengono da Barcellona di un interessamento di Guardiola per Trezeguet hanno portato ad una accellerazione per l’acquisto dal Bayern Monaco di Lukas Podolski, il talentuoso attaccante tedesco, che ha già segnato 3 gol all’Europeo, non ha alcuna intenzione di passare un altra stagione in panchina. Da battere c’è la concorrenza del Tottenham, ma intanto si tiene ancora d’occhio Huntelaar.

All’improvviso la Roma, che sembrava sonnecchiare, è uscita allo scoperto e ha dato una scossa al mercato. Nel giro di poche ore ha riscattato dal Lecce Vucinic, e si è aggiudicata il terzino del Liverpool Riise, pagato 6 milioni di euro. Ma non è finita qui. Infatti dall’Inghilterra giungono voci che, insieme al norvegese, dallo United potrebbe arrivare anche Saha, uno dei talenti francesi lasciati a casa da Domenech, che quest’anno ha trovato poco spazio tra Rooney e Ronaldo. L’attaccante potrebbe arrivare con la formula del prestito con diritto di riscatto, fissato sui 9 milioni di euro. Per sopperire alla probabile partenza di Aquilani, e a quella molto più probabile di Mancini, Pradè sta seguendo una delle rivelazioni dell’Europeo, la Croazia, ed in particolare il centrocampista Niko Kranjcar del Portsmouth.

Il Milan intanto, dopo i colpi messi a segno a Maggio (Borriello, Flamini, Zambrotta), si ferma per riflettere, e si occupa principalmente di non lasciare andar via i suoi migliori calciatori, Kakà e Pirlo, contesi da Chelsea e Barça. Chiusa definitivamente la pista che porta a Ronaldinho (impossibile superare i 12 milioni l’anno offerti dal Manchester City), si cerca di approfittare delle richieste economiche di Mutu per convincerlo a lasciare Firenze, anche perchè pare che se Adebayor lascerà Londra, sarà solo per andare al Barcellona. Nonostante Corvino dichiari che è impossibile che il romeno abbandoni i viola, Galliani ci prova lo stesso: l’offerta è 13 milioni più Oddo e Simic. Vedremo. Per il centrocampo, per sostituire Seedorf, si pensa a Miguel Veloso, centrocampista portoghese, la cui clausola rescissoria è fissata sui 30 milioni. E poi Galliani parlava di austerity.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>