Palermo – Milan 2-2, video e interviste

di Gioia Bò Commenta

Fuochi d’artificio al Barbera di Palermo, dove i rosanero ospitavano un Milan in cerca di riscatto dopo un avvio di stagione non proprio scintillante. La serata degli ospiti sembrava trasformarsi in incubo a cavallo tra il primo ed il secondo tempo, quando i siciliani si portavano avanti di due reti.

LA CRONACA DI PALERMO – MILAN

LE PAGELLE DI PALERMO – MILAN

Il vantaggio del Palermo arrivava nel recupero del primo tempo, quando Miccoli si incaricava di trasformare un calcio di rigore. Ad inizio ripresa poi, ci pensava Brienza a legittimare il vantaggio dei padroni di casa, prima della reazione veemente dei rossoneri. Montolivo firmava la rete dell’1-2 al minuto numero 69, mentre il solito El Shaarawy rendeva realtà il pareggio a dieci minuti dal fischio finale. Il Milan sale a quota 11, mentre il Palermo colleziona il quarto pareggio di fila e si ferma ad 8. Allegri commenta il pareggio:

Sono partito con quel sistema di gioco, poi ho messo Emanuelson e avevo in mente altre sostituzioni. Volevo rischiare poco nel primo tempo, avremmo potuto creare altri pericoli anche con Pato. È la prima volta che riusciamo a rimontare, nel secondo tempo abbiamo creato molto e abbiamo sbagliato di poco l’ultimo passaggio. Pur giocando una brutta partita nel primo tempo, potevamo evitare il rigore perché c’è stata una situazione analoga. Poi i ragazzi hanno fatto bene e abbiamo meritato il pareggio, che forse ci sta anche stretto. Sicuramente abbiamo fatto un grande secondo tempo.

E ancora:

Quando un allenatore cerca di leggere una partita, deve farlo nei 90 minuti; magari avrei potuto cambiare qualcosa dall’inizio e avremmo perso lo stesso, ma non credevo che dopo 47 minuti saremmo potuti essere sotto 2-0. Nel primo tempo abbiamo sbagliato molto e sono arrivati i problemi, anche se giocando male non dovevamo portarli in area a 30 secondi dalla fine. Pato? Credo che abbia bisogno di giocare e trovare fiducia, nel primo tempo potevamo fare meglio nei suoi confronti. Ha bisogno di crescere, ma anche stasera si è dato da fare. Per lui giocare è una liberazione e diventerà sempre più sereno.

A breve il video della gara.

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>