Pescara – Juventus 1-6: cronaca, video e interviste

di Gioia Bò 1

Anticipo 12a giornata Serie A

Stadio Adriatico di Pescara

Pescara – Juventus 1-6

Reti: 9′ pt Vidal (J), 22′ pt, 45′ pt e 8′ st Quagliarella (J), 25′ pt Cascione (P), 30′ pt Asamoah (J), 38′ pt Giovinco (J)

LE PAGELLE DI PESCARA – JUVENTUS

La Juventus dimentica in fretta il ko interno contro l’Inter ed abbatte il Pescara nell’anticipo della 12esima giornata di campionato. Ad aprire le danze era Vidal al minuto numero 9 della prima frazione di gioco. Poi saliva in cattedra Fabio Quagliarella, che prima siglava la rete del raddoppio, poi rispondeva al gol di Cascione, fornendo ad Asamoah e Giovinco gli assist che consentivano alla Juve di portarsi sul 4-1.

Ma il Quagliarella-show non finiva qui, visto che l’ex attaccante del Napoli firmava una doppietta tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa. La Vecchia Signora poi in infieriva ed il risultato finale resterà fermo sull’1-6. Angelo Alessio gongola:

Approccio giusto, abbiamo fatto una bella partita. Il nostro calcio è organizzato, ma imprevedibile, in questa squadra segnano tutti, oggi anche gli attaccanti.  Stasera abbiamo aggredito l’avversario sin da subito, utilizzando le stesse armi della scorsa stagione. Top player? E’ una scelta che spetta alla società, noi pensiamo a far rendere al meglio la squadra. Isla? Ha fatto bene, ma questo non vuol dire che la porta sia chiusa per Lichtsteiner, tutti hanno la possibilità di essere utili per la squadra. Quagliarella? Ha dimostrato in tutte le occasioni che ha avuto di poter far bene, ma Antonio decide in base agli avversari e agli allenamenti. Ha accusato solo crampi, ecco perché è uscito.

Stroppa è deluso:

I primi dieci minuti siamo rimasti a guardare, c’è stata poca cattiveria. E’ difficile commentare una partita con questo risultato, sul 2-1 siamo andati vicini al pareggio. A tratti abbiamo dimostrato di essere viva, non ho dubbi. A livello di fisicità non posso fare molto, c’è da mettere cattiveria, ma contro una Juventus così diventa difficile esserlo, perché facevamo difficoltà a prenderli.

A voi il video della gara.

[Photo Credits | Getty Images]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>