Una vera squadra di idioti!

di Gioia Bò Commenta

Mancava solo un nome per completare la squadra, ma i selezionatori della “nazionale” sapevano bene che avrebbero avuto solo l’imbarazzo della scelta. E infatti eccolo qui Bradley Wright Phillips, che si è proposto per un posto da titolare nella squadra degli “idioti del villaggio”.

Si, avete capito bene, si tratta di una lista di undici giocatori definiti dal Daily Mirror “autentici stupidi” e, siccome gli inglesi non sono secondi a nessuno in fatto di classifiche e formazioni bizzarre, il tabloid ha pensato bene di proporre la sua squadra ideale.

In porta troviamo Mark Bosnich, famoso per le sue uscite a valanga, che spesso procuravano guai seri ai malcapitati avversari che gli si paravano di fronte. Ma il motivo che ha spinto i selezionatori del Daily Mirror ad offrirgli la maglia da titolare è un altro. Ai tempi del Chelsea, infatti, venne trovato positivo alla cocaina e squalificato per nove mesi. cacciato dalla squadra, non poté fare a meno di ammettere di essere un consumatore abituale della polvere bianca.


Difesa a tre, con Micah Richards del Manchester City a presidiare la fascia destra. Di lui avevamo parlato qualche mese fa, quando un video con le sue performances sessuali era arrivato nella redazione di un giornale inglese, facendo gridare allo scandalo.

Compagno di reparto e di situazioni hot è il numero tre Ashley Cole, difensore del Chelsea, con licenza di offendere. Peccato che l’offesa più grave sia quella subita dalla moglie cornificata. In questo caso non ci sono video compromettenti, ma la testimonianza di una parrucchiera che avrebbe passato una notte di sesso con il calciatore.

A completare la difesa troviamo il difensore del Portsmouth Glen Johnson, beccato in un negozio, mentre scambiava i prezzi di una tavoletta del water. Lo scherzetto gli costò 80 sterline di multa, oltre agli sfottò dei compagni di squadra.

E passiamo al centrocampo di questa squadra di fenomeni della stupidità. A destra troviamo Kieron Dyer del West Ham, protagonista di un sex-tape molto ricercato in rete. Che voglia far concorrenza a Rocco Siffredi?

Del numero sei abbiamo parlato di recente, per un’esultanza che è poco definire stupida. E’ Tim Cahill, centrocampista dell’Everton, che la scorsa settimana ha festeggiato una rete, facendo il gesto delle manette. Il gol era dedicato a suo fratello, finito in carcere per aver brutalmente aggredito un ragazzo che ora rischia la cecità.

Joey Barton avrebbe un posto assicurato anche se giocasse con una gamba sola! Se dovessimo raccontare qui tutte le sue bravate, occuperebbe tutto lo spazio a disposizione. Vi rimando all’articolo a lui dedicato, anche se già la foto rende l’idea del personaggio.

Completa il centrocampo Ashley Young dell’Aston Villa, “convocato” anche lui grazie ad un video a luci rosse. La novità in questo caso è che nelle immagini non compaiono donne, ma solo il centrocampista intento a masturbarsi.

Al centro dell’attacco troviamo Craig Bellamy del West Ham, che ai tempi del Liverpool aggredì a colpi di mazza da golf il compagno John Arne Riise, durante un allenamento. E fu così fiero della sua bravata che, appena gli capitò di buttare una palla in rete, pensò bene di esultare, mimando il gesto del golfista.

Un’altra esultanza stupida è quella di Robbie Fowler, attaccante del Liverpool. Guardatelo mentre sniffa le righe del campo!

Ed ecco finalmente l’ultimo arrivato, Bradley Wright-Phillips del Southampton, beccato dalle telecamere a circuito chiuso di un locale, mentre faceva da palo ai suoi amici (tra cui il compagno di squadra Nathan Dyer) intenti a ripulire le borsette di tre povere cameriere.

E adesso avanti il prossimo: la squadra degli idioti ha bisogno di riserve!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>