Zeman sul poker biancazzurro in Nazionale

di Alba D'Alberto Commenta

In questi giorni Zeman è sulla bocca di tutti ed occupa le prime pagine dei giornali sportivi, in parte perché sembra aperta una nuova trattativa tra il tecnico boemo e il Pescara, in parte perché ha rilasciato un’interessante intervista su Insigne, Immobile, Verratti e Perin.

Zeman, due anni fa, è stato il tecnico del Pescara e con la squadra abruzzese ha conquistato la serie A ed ha lanciato nella massima serie dei giocatori che adesso fanno parte della Nazionale di Prandelli. Zeman è talmente affezionato a Ciro Immobile, Lorenzo Insigne e Marco Verratti da aver dato loro dei simpatici nomignoli.

Ciruzzo per Immobile, Marcolino per Verratti che sarà in azzurro al posto di Montolivo e Lò per Insigne. Sono il terzetto d’attacco del Pescara promosso in serie A e sono anche il motivo della soddisfazione di un grande allenatore come Zeman che non farà certo mancare il suo sostegno ai ragazzi, ai cosiddetti baby terribili di zemanlandia.

Zeman non è un tipo che si lascia andare ai complimenti ma per sui tre ragazzi è contento e dice che non sono soltanto bravi a giocare a pallone ma sono anche dei bravi ragazzi che si distinguono per serietà, disponibilità e generosità.

I tre non dimenticano certo il Maestro e sanno che una parte della convocazione per il Mondiale brasiliano la devono a Zeman che ha insegnato loro la fatica, la cultura del lavoro e il buon calcio. Tra i convocati di Prandelli, tra l’altro, c’è un altro giocatore che ha militato nel Pescara: Perin. Eppure la squadra abruzzese, lontana da Zeman non è riuscita nella nuova impresa di conquistare la serie A, anzi, sul finale di stagione ha addirittura rischiato di finire in fondo alla classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>