Qualificazioni mondiali: prima vittoria con polemica per la Francia, bene tutte le big

di Marco Mancini Commenta

L’Italia chiude la seconda gara del girone in testa da sola. L’unica squadra ad aver vinto la prima gara, l’Eire, ha pareggiato in casa di un ottimo Montenegro che avrebbe anche meritato la vittoria. Vucinic e Jovetic fanno impazzire gli uomini del Trap, ma alla fine Given ha la meglio su tutti e salva i suoi su uno 0-0 che va bene a tutti: agli irlandesi perchè non perdono, ai montenegrini perchè rimangono in gioco e all’Italia perchè diventa capolista.

Torna alla vittoria la Francia, che nonostante le polemiche dei tifosi che vogliono la testa di Domenech, fino addirittura a sperare in una sconfitta della loro Nazionale, i Bleus riescono ad avere la meglio su una Serbia che perde sin da subito il suo calciatore migliore, Stankovic, per infortunio. Partono forte i francesi, ma tremano nel finale quando Ivanovic segna il gol del 2-1 riaprendo la partita, ma alla fine i primi 3 punti per i transalpini arrivano.


E gli va anche bene, visto che l’Austria che solo 4 giorni fa li aveva battuti, cade in casa della Lituania (ora prima nel girone a punteggio pieno) grazie ad una doppietta del solito Danilevicius. Prima vittoria anche per la Romania che fa fuori con molta difficoltà le Far Oer 0-1. Ma la vera sorpresa di giornata è stata la Bosnia-Herzegovina che vince 7-0 contro l’Estonia. Scatenati i bosniaci con uno strepitoso Misimovic (3 gol) e in cui va a rete anche l’ex “italiano” Muslimovic. E così si riaprono le chance di qualificazione perchè è vero che il primo posto della Spagna è scontato (4-0 ieri all’Armenia), ma il secondo posto è ancora aperto, visto il pareggio della Turchia col Belgio.

Ritorna il bel gioco anche per l’Inghilterra, che contro la Croazia si vendica degli sfottò e dell’eliminazione dall’Europeo grazie ad uno strepitoso Walcott autore di tre reti nel 4-1 finale. Capello però potrà festeggiare la bella vittoria e l’ottima prestazione, ma non il primato solitario, visto che l’Ucraina non molla e va a vincere anche in Kazakistan 1-3 con una rete del solito Sheva. Vince anche la Bielorussia che raggiunge i Kazaki e i croati al terzo posto. Il Portogallo ancora orfano di Cristiano Ronaldo si fa sorprendere in casa da una più che combattiva Danimarca in cui il gol di Poulsen riapre la gara, che sembrava già persa, e che invece viene chiusa nella ripresa da Bendtner sul 2-3. Primo posto per i danesi quindi, ma in concomitanza addirittura con l’Albania che vince 3-0 contro Malta con rete anche di Bogdani, e anche con la Svezia che torna alla vittoria contro l’Ungheria, ma senza l’ausilio dei gol di Ibra.

Il girone più equilibrato, il secondo, vede prevalere per ora la Grecia, unica a punteggio pieno dopo lo 0-2 in Lettonia, ma sorprende negativamente la Svizzera, ancora a secco di vittorie e addirittura sconfitta in casa dal Lussemburgo. Ritorna in corsa anche Israele che dopo lo stop di sabato scorso vince in Moldavia. Molto equilibrata anche la situazione nel terzo girone dove la Repubblica Ceca sente tantissimo la mancanza dei suoi uomini simbolo come Nedved e Rosicky, e ottiene il primo stentato punto in casa dell’Irlanda del Nord, mentre Polonia e Slovenia tentano la fuga, un punto più su della Slovacchia di Hamsik, sconfitta proprio dagli sloveni.

La corazzata tedesca si ferma questa volta. Non sono bastati 3 gol per avere ragione della Finlandia che anzi, era andata in vantaggio per altrettante volte e si è sempre fatta raggiungere. Azerbaijan e LIechtenstein decidono di non farsi male chiudendo la partita sullo 0-0, e così l’unica squadra ad infastidire la Germania è la Russia che vince contro il Galles e si porta un punto sotto i tedeschi con una gara ancora da giocare. Chiude la giornata la vetta conquistata dall’Olanda con una sola gara disputata contro le due di Scozia e Macedonia. Gli oranje vincono in terra macedone in una gara che ha però potuto registrare anche la rete di Pandev, mentre la Scozia guadagna i primi 3 punti in Islanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>