Formazioni Inter – Catania, Stramaccioni sceglie ancora Cassano

di Marco Mancini Commenta

formazioni inter-catania

La partita contro il Catania è la sfida giusta per l’Inter di Stramaccioni per effettuare una sorta di esame di maturità. I siciliani infatti si sono dimostrati quest’anno una delle avversarie più ostiche, e ne sa qualcosa il Napoli che prima della partita di ieri aveva perso punti soltanto contro gli uomini di Maran. Entrambe le formazioni arrivano con quasi tutti gli effettivi a disposizione, e sicuramente a San Siro c’è da attendersi una bella partita.

QUI INTER – Tra i nerazzurri l’unica nuova assenza è quella di Nagatomo squalificato. Per il resto mancheranno Sneijder, fuori già da qualche settimana per un lieve infortunio che dovrebbe restituirlo al campo tra un paio di settimane, e gli infortunati di lungo corso, Mariga, Stankovic e Chivu. Il dubbio per Stramaccioni era la spalla di Milito da scegliere tra Cassano e Palacio, ma al momento il barese dà maggiori garanzie. Per il resto verrà schierata la solita formazione con un centrocampo muscolare e con l’unico dubbio tra Jonathan e Alvaro Pereira.

spolli cataniaQUI CATANIA – Anche per Maran le assenze sono solo di lungo corso, ma in più ritrova Spolli dopo un lungo infortunio, e giocherà dal primo minuto. Per il resto schiererà il solito 4-3-3 tutto velocità e fantasia con Izco, Lodi e Almiron ad inventare e Barrientos, Bergessio e Gomez a mettere in difficoltà la retroguardia nerazzurra.

Le probabili formazioni:

Inter (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Juan; Zanetti, Cambiasso, Guarin, Gargano, Alvaro Pereira; Cassano, Milito.

Catania (4-3-3): Andujar; Marchese, Spolli, Legrottaglie, Alvarez; Izco, Lodi, Almiron; Barrientos, Bergessio, Gomez.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>