Le scuse di Suarez e la clausola “morso” del Barcellona

di Alba D'Alberto Commenta

Luis Suarez, detto il Pistolero, è un giocatore protagonista del Mondiale Brasile 2014, soprattutto per quel che riguarda la Nazionale italiana: Giorgio Chiellini, durante la partita con la Celeste è stato morso dall’attaccante uruguagio.

Quella che sembrava una testata, a vederla bene con numerosi video da diverse prospettive, si è rivelato un vero e proprio morso, o “moccicata” per dirlo all’abruzzese come Verratti. La Fifa non ha potuto evitare l’avvio dell’indagine per il Pistolero.

suarez sualifica morso ivanovic

Suarez, tra l’altro, non è la prima volta che morde un avversario in area di rigore ma stavolta, ai Mondiali, gli è andata male perché il provvedimento scelto dalla giustizia sportiva è stato parecchio pesante: salterà gran parte della Coppa America, non potrà giocare per tutta la prima parte del campionato e non potrà avvicinarsi nemmeno andare allo stadio. La Fifa gli ha interdetto 9 partite con la Nazionale e 4 mesi di squalifica.

Suarez sembra abbia pensato parecchio all’accaduto e dopo una scusa improbabile accampata per giustificare il suo gesto, ha ammesso di aver morso Chiellini e gli ha chiesto scusa tramite Twitter. Il loro dialogo social ha fatto il giro del mondo: Suarez ha chiesto scusa e Chiellini promettendo di non mordere più alcun avversario. Chiellini, da parte sua, ha ribadito che è già tutto dimenticato e che spera sia ridotta la pena prevista dalla Fifa per il suo collega.

Intanto il calciomercato, riferito a Suarez, non si arresta e il Pistolero sembra entrato nel mirino del Barcellona che adesso potrebbe acquistarlo ad un prezzo di cartellino scontato e inserendo nel contratto una “clausola morso”. Di questo particolare parla il Daily Mirror che spiega come i dirigenti catalani siano pronti a prendere Suarez in squadra a 50 milioni di euro, invece degli iniziali 100 milioni, con la possibilità di rescindere il contratto con la penale, nel caso in cui Suarez morda di nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>