Calciomercato: terzo riepilogo dei principali acquisti di serie A

di Marco Mancini Commenta

Il terzo appuntamento con il calciomercato è sicuramente il più ricco tra i precedenti. Il periodo che va dal 15 al 30 giugno è stato molto fruttuoso per gli scambi di giocatori, soprattutto per le risoluzioni delle comproprietà. E anche le prossime settimane saranno prolifiche, visto che da domani scadranno molti contratti e quindi ci saranno decine di calciatori che se ne andranno a parametro zero (giusto per fare un esempio, possiamo citare Vieri).

Ma per adesso occupiamoci dei contratti firmati ufficialmente, cercando di mettere ordine nelle nostre idee, ricapitolando tutto ciò che è accaduto nelle ultime due settimane. E soprattutto aspettando i colpi grossi che arriveranno con il mese di Luglio.


Il contratto migliore dell’ultima quindicina di Giugno lo ha chiuso senza dubbio la Roma, che zitta zitta si è portata a casa uno dei terzini più forti d’Europa, il norvegese Riise del Liverpool. In attesa che l’affare Mancini si sblocchi, per smuovere anche tutte le altre trattative, un altro acquisto è stato portato a termine. Si tratta del difensore Loria, famoso per essere anche un goleador, proveniente dal Siena, insieme al portiere brasiliano Arthur. In cambio ai toscani sono andati Galloppa, Curci e Barusso. Contemporaneamente però i senesi hanno perso una delle rivelazioni dello scorso anno, il centrocampista Kharja, riscattato dal Piacenza, anche se sarà difficile che la prossima stagione rimanga in B.

Attiva anche l’altra parte della Capitale. La Lazio ha riscattato il centrocampista Foggia dal Cagliari, ma molto probabilmente perderà Behrami. Anche le due squadre di Genova si danno battaglia a colpi di acquisti. I rossoblù hanno perso Konko, corteggiato fino all’eccesso dall’Inter, che però alla fine ha firmato per il Siviglia. Ora sarà molto più difficile riportarlo in Italia, vista la clausola di rescissione fissata a 60 milioni di euro. Ma di contro si potranno consolare con Paro, passato interamente al Genoa, dopo 3 anni di comproprietà tra la Juve e squadre di mezza Italia, ma soprattutto con l’arrivo di Mesto, riscattato dalla Reggina, e poi girato dopo 24 ore ai genoani in comproprietà. In compenso gli amaranto ricevono la comproprietà di Santos e il prestito di Fabiano. I cugini blucerchiati non vogliono essere da meno e hanno acquistato la metà del cartellino che gli mancava di Pieri, strappato alla concorrenza dell’Udinese, e probabilmente vedranno in campo anche l’esterno Bonanni, tornato dal prestito al Bari.

Ma la regione italiana più attiva sul mercato al momento è la Sicilia. Dopo gli acquisti sottotono del Catania, e i botti pirotecnici del Palermo, ecco arrivare nuovi nomi sull’isola. Il primo, in ordine di tempo, si chiama Delìa, e dalla serie D sbarca a Catania. Il ragazzo è molto giovane (19 anni), ma si parla molto bene di lui e delle sue reti. A fargli da chioccia ci sarà Michele Paolucci, anche lui molto giovane ma molto più esperto del calcio che conta. Dopo essere passato da Ascoli, Udine e Bergamo, arriva ora in rossoblù, ma in prestito. Infine è stato acquistato anche Catellani della Reggiana, attaccante di vent’anni ambito da diversi club di serie A. Per completare la rosa già folta di punte, Zenga ha chiesto e ottenuto l’acquisto di Niculae Dica, attaccante della nazionale rumena, che già aveva allenato nello Steaua. I rosanero, come detto, hanno tenuto banco ancora una volta per rivoluzionare una squadra che già così può puntare in alto. E allora sono stati ufficializzati anche gli acquisti del difensore Carrozzieri dell’Atalanta, e soprattutto dell’attaccante ex Parma, Igor Budan.

La retrocessione dell’Empoli ha sortito come effetto quello di far scappare i nomi migliori dei toscani, e così Giovinco è tornato alla Juventus e Abate al Milan, che però ha concesso a Pozzi di restare un altro anno ad Empoli.
Sempre a proposito delle comproprietà, il Torino ha risolto a suo favore quelle di Abbruscato, Bjelanovic, Moro e De Stefano, mentre il Bologna ottiene la metà del cartellino dell’attaccante Massimo Coda, proveniente dal Treviso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>