Bundesliga: solo 1-1 per il Bayern, ma è sufficiente per la volata

di Marco Mancini 4

Se la classifica si potesse rovesciare, l’ultima giornata di Bundesliga avrebbe avuto più senso.
Caso più unico che raro a livello europeo, a parte i pareggi, ogni vittoria che c’è stata, è stata conquistata dalla squadra sfavorita, almeno guardando la classifica.
Questa occasione è vista bene dagli amanti del calcio che prediligono l’incertezza alla marcia solitaria di alcune squadre, e al momento il campionato tedesco dà questa opportunità.

Al primo posto, ovviamente troviamo il Bayern Monaco, che nonostante il suo attacco stellare non va oltre l’1-1 con l’Amburgo. Certo, gli avversari non erano di primo pelo, dato che sono in piena lotta per la Champions, ma da un attacco con Toni, Podolski e Klose ci si sarebbe aspettato di più, anche perchè a salvare la faccia a Klinsmann ci ha pensato Ze Roberto, un difensore.
Quando poi hai in squadra uno scriteriato come Van Bommel che si fa ammonire per aver applaudito ironicamente l’arbitro per avergli fischiato un fallo inesistente, e poi si becca la seconda ammonizione nonappena il direttore di gara si gira, per avergli fatto il gesto dell’ombrello, si capisce che forse tutta questa serenità in casa Bayern non c’è, e che forse la forza della rosa rimane solo sulla carta.


Peccato per loro, perchè hanno perso l’occasione di allontanarsi dal Werder, diretta inseguitrice, sconfitta a Francoforte da un gol di Amanatidis, che rilancia le aspettative europee per la squadra di Funkel. E chissà che di questo doppio stop non ne approfitti il Bayer Leverkusen, che opera il sorprasso sia sull’Amburgo che sullo Schalke 04, battuto domenica per 1-0.
Delude un pò il giocattolo della Gazprom, che voleva bissare il successo di Abramovich con il Chelsea, investendo in una squadra di media-bassa classifica per portarla ai massimi livelli europei. Purtroppo Kuranyi, Altintop e Rafinha non sono risultati sufficienti per risalire la china, e al momento la loro quinta posizione non solo li fa essere fuori dalla zona Champions, ma li fa anche correre il rischio di perdere la qualificazione in Uefa se non si danno una svegliata, visto l’avvicinarsi di Kalsruhe e Eintracht.

Se non fosse stato per lo Stoccarda, che ogni tanto si ricorda di contare ancora qualcosa nella Bundesliga, il sorpasso ci sarebbe già stato, e lo Schalke dovrà ringraziare Gomez, Hilbert e Cacau se adesso non si trova a raccogliere i cocci dell’ennesimo fallimento.
Il Borussia Dortmund invece non ci prova più a tornare grande. Riesce a strappare la vittoria al 22esimo del secondo tempo e ad evitare gli spettri di una zona retrocessione che lo sta accompagnando ormai da qualche anno, e che soltanto grazie alle ultime due partite sembra allontanarsi.

Ma il valore aggiunto della Bundesliga, come dicevamo, è l’incertezza. E questa si avverte soprattutto nella zona bassa della classifica, dove a differenza degli altri campionati, non c’è ancora nessuna squadra già retrocessa, e anzi, regna una tensione tale da investire 6 squadre a pieno titolo, ma che impensierisce anche altre 3-4 formazioni che hanno pochi punti di vantaggio.

All’ultimo posto troviamo tre squadre a 17 punti, tra cui Norimberga ed Energie Cottbus che nell’ultima giornata si sono pestate i piedi a vicenda, e hanno scontentato entrambe con un pareggio che serve più alle altre per star tranquille che a loro per tirarsi fuori dalla zona calda.
Anche perchè a sorpresa vince il Duisburg, ex fanalino di coda, che con un secco 2-0 a Bielefeld attira l’Arminia al penultimo posto con un solo punto di vantaggio.
L’unico che si può dire che per ora può star tranquillo è il Bochum che, con la vittoria contro il più quotato Hannover, prende aria e mette tra sè e la serie B un paio di squadre.

Latita invece l’Herta. La capitale non riesce ad avere una squadra decente, e nemmeno i grossi investimenti degli anni scorsi l’hanno fatta minimamente avvicinare alle zone che contano. Uno scialbo 0-0 contro il Wolfsbug è la fotografia più nitida del campionato incolore che i berlinesi anche quest’anno dovranno sorbirsi.

Commenti (4)

  1. Scusate, ma questo è il turno della settimana scorsa.. Oggi il Bayern ha vinto 1-0 in casa dello Shalke 04, ed anche il Werder ha vinto..

  2. si hai ragione, è che le giornate dei campionati stranieri vanno in programmazione, e per esigenze di redazione alcune sono slittate, e alla fine si sono sovrapposte.
    non succederà più

  3. Non era una critica, mi piace moltissimo il vostro blog.. qualche piccola sbavatura può scapparci ogni tanto! Comunque continuate così, state facendo un bel lavoro, specie nella categoria fantacalcio (che ovviamente mi interessa molto..)

  4. grazie per l’apprezzamento, soprattutto per il fantacalcio, visto che curo io quella rubrica 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>