PES o FIFA, quale sceglierete?

di Marco Mancini 9

Tra due settimane, all’orario di apertura, i rivenditori di videogames si ritroveranno a dover gestire l’assalto di milioni di videogiocatori che si accalcheranno per acquistare i giochi più attesi dell’anno: PES 2012 e FIFA 12. Sappiamo benissimo che, di solito, gli amanti di una saga acquistano sempre lo stesso aggiornamento di anno in anno, ma sappiamo anche che ci sono molti indecisi che pensano di passare alla concorrenza, o che devono acquistare uno di questi giochi per la prima volta e non sanno quale prendere.

E così, dopo mesi di video, anticipazioni e indiscrezioni, il momento è giunto, i giochi si conoscono al 99% a due settimane dall’uscita, e possiamo tracciare un bilancio di cosa ci attenderà. Vediamo la scheda di entrambi i giochi dopo il salto.

PES 2012

Dopo anni di critiche sulla gestione delle licenze, la Konami può finalmente annunciare che il suo ultimo PES non avrà (quasi) nulla da invidiare al titolo della EA. Saranno confermate le solite leghe (Serie A, Liga spagnola, Eredivisie olandese, Ligue 1 francese, tutte con licenza, più la Premier League con solo due squadre con licenza e le altre senza, ma è come se l’avessero), a cui si aggiunge la Primera Liga portoghese, con Benfica, Porto e Sporting con licenza e le altre squadre senza. Si allarga anche il gruppo delle “altre” con 69 club tra cui i principali della Copa Libertadores. Insomma, ci sarà quasi tutto tranne il campionato tedesco, di cui vedremo soltanto Bayer Leverkusen e Bayern Monaco.

Ma la vera novità del gioco sarà il gameplay, profondamente rivoluzionato rispetto al passato. Se infatti la grafica dovrebbe rimanere più o meno la stessa, ciò che cambierà sarà l’assenza dei tanto criticati “binari” sotto i piedi dei giocatori che andavano dritto per dritto, ed una intelligenza artificiale maggiore dei calciatori guidati dal computer, che renderà più difficile segnare e farà impostare dei movimenti più “normali” ai difensori che, nelle scorse edizioni, delle volte andavano a spasso nel campo. Inoltre potremo godere di sovrapposizioni, triangolazioni e persino controllare due giocatori contemporaneamente.

Le novità sono rappresentate da una nuova modalità di gioco, la Football Life, su cui si mantiene uno stretto riserbo, ma che dovrebbe essere più ampia rispetto al “diventa un mito”, modalità che però viene confermata. Inoltre sono stati introdotti 42 inni nazionali e c’è un telecronista nuovo, Luca Marchegiani, che prende il posto di José Altafini, al fianco di Pierluigi Pardo.

L’uscita è prevista per il 29 settembre al costo di 59,90 euro per Xbox 360 e PlayStation 3 e 39,90 per PC, mentre il 28 ottobre uscirà per PlayStation 2 (29,90) e PSP (39,90) ed il 4 novembre per Wii (39,90).

FIFA 12

Il titolo EA ha sempre avuto il vantaggio di possedere le licenze ufficiali di tutti i club di ogni campionato, compresi quelli asiatici e persino le serie minori. Dalla sua avrà, a differenza del concorrente, l’immancabile Serie B (che PES aveva annunciato ma poi non ha mantenuto la promessa), più le Classic Team, ma quest’anno gli sviluppatori si sono voluti spingere oltre ed hanno acquisito i diritti per rappresentare quasi tutti i principali stadi del mondo, compreso il nuovissimo Juventus Stadium.

Come novità principale FIFA 12 presenta il sistema denominato “player impact engine”, di cui però potranno godere solo gli utenti Xbox 360 e PlayStation 3. Questo si basa su un metodo molto realistico di impatto con la palla e tra giocatori, con ogni calciatore che ha una prestanza fisica diversa dall’altro, in modo che, in caso di contrasto, non vinca solo chi ha il valore fisico più elevato, ma chi effettivamente ha più muscoli, per evitare che uno scricciolo come Messi possa vincere un contrasto facilmente con Chiellini. Ma ancora, altre novità riguardano l’aspetto più spettacolare che tanto amano gli utenti Fifa, e cioè il “Precision Dribbling”, che offre maggior fedeltà nel tocco del pallone, mentre il discorso dell’intelligenza artificiale, seppur partendo da due posizioni differenti, si può applicare identico anche a questo gioco, rispetto a Pes, in quanto i miglioramenti riguardano soprattutto le tattiche difensive che non rendono così facile per un attaccante entrare in area.

Tra le novità consideriamo la maggiore interazione del pubblico che non è solo un cartellone di sfondo, ma stavolta è più vicino alla realtà, un miglioramento grafico notevole, nuove modalità online e miglioramenti nella modalità carriera. Telecronisti: i confermatissimi Caressa-Bergomi.

Il gioco uscirà per tutte le piattaforme tra il 29 ed il 30 settembre al costo di 60 euro per Xbox 360 e PlayStation 3, 30 euro per Ps2, 36 per Psp, 39 per PC e 45 euro per Nintendo 3Ds e Wii.

Commenti (9)

  1. il player impact engine è stato confermato qualche mese fa per pc da un comunicato ufficiale.

  2. Ovviamente sceglierò FIFA come ho sempre fatto *___* ho giocato alla demo..Spettacolare!!! non vedo l’ora che passano queste due settimane…

  3. @ Alessio:
    FIFA=spettacolo!!!

  4. @ Alessio:
    Scusa Alessio ma sono io che non li so fare o i numeri durante il palleggio non sono abilitati?
    Parlo della Demo.

  5. è rooney che non ha il massimo livello in dribbling e quindi nell’arena ti fa solo le cose che sa fare

  6. assolutamente FIFA 12,non c’è paragone,ho giocato a tutti e due e PES purtroppo (anche per una sana competitività che renderebbe migliori entrambi i giochi) è molto lontano da ogni punto di vista ad un gioco di calcio che possa unire simulazione e divertimento,purtroppo ha grossi limiti,dalle licenze alla modalità carriera,l’editing è simile,la grafica quest’anno addirittura migliore in FIFA,che riesce ad unire arcade (con le modalità più basse) alla simulazione sempre più precisa che dà più realismo al tutto.Detto questo,giocando alla demo di FIFA credo che le rivoluzioni importanti che ci sono state siano quasi impercettibili rispetto all’11,infatti tutti notano praticamente solo il tactical defending,che è la cosa più presente durante il gioco,poi spero ancora che la carriera sia stata veramente rivoluzionata e fatta meglio da tanti punti di vista,magari più simile ad un football manager ..cosi per me sarebbe veramente il gioco perfetto.

  7. Ho provato entrambi negli ultimi 3 anni e quest’anno pes avrà di nuovo la meglio(no nel 2009/10,la fifa era supuriore).va bene che fifa abbia + licenze,sia più curato,più appeal,etc.ma a me il 2011 non è piaciuto,giocatori che si muovono come bambolotti e fanno tutti gli stessi movimeti x esempio..pes mi diverte molto di più,poi sono gusti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>