Genoa – Juventus 1-3, video e interviste

di Gioia Bò Commenta

La Juventus passa a Genova e si porta in testa alla classifica, in compagnia di Lazio e Napoli. La Vecchia Signora passava in svantaggio al minuto numero 18 della prima frazione di gioco, quando Immobile freddava Buffon facendo esultare il Ferraris. Nella ripresa Carrera inseriva Vucinic ed Asamoah e la Juventus trovava immediatamente il pareggio, grazie a Giaccherini servito dal montenegrino.

LA CRONACA DI GENOA – JUVENTUS

LE PAGELLE DI GENOA – JUVENTUS

Al minuto numero 78, poi era lo stesso Vucinic ad incaricarsi di trasformare il rigore che portava i bianconeri sull’1-2, mentre a pochi minuti dalla fine Asamoah scriveva il proprio nome sul tabellino dei marcatori, ancora su passaggio di Vucinic. Juventus in testa alla classifica con 9 punti, Genoa a quota 3. L’eore della domenica bianconera è il primo a presentarsi di fronte ai microfoni:

Io leader? Non esiste un leader. Esiste un gruppo e senza il gruppo non avremmo cambiato la partita oggi. La cosa più importante è vincere, vincendo acquisti la consapevolezza. Messaggia al campionato o al Chelsea? A noi stessi, perché siamo una squadra forta. Da rigorista non me la cavo male? No, ma li ho anche sbagliati. Gli screzi con Kucka? Cose che capitano, poi però a fine partita si dimentica tutto.

Carrera analizza la gara e spiega i motivi di alcune scelte:

Abbiamo sofferto nel primo tempo, sapevamo che Marassi sarebbe stato un campo difficile. Alla fine abbiamo avuto ragione, abbiamo vinto 3-1 e siamo contenti. Ora pensiamo a questa partita, da domani penseremo alla prossima. Alcuni giocatori sono ancora alla ricerca della forma migliore. Dobbiamo migliorare perché abbiamo preso delle ripartenze che non sono da prendere. Vucinic titolare fisso? Non lo scopriamo noi che sia un grande campione, ma era stanco dalla nazionale ed abbiamo visto meglio Matri, quindi ha giocato Matri.Vucinic sa di essere un giocatore importante, ma deve dimostrare in allenamento di meritare il posto, come fanno gli altri. Se uno fa capire che è sempre titolare, magari si risparmia in allenamento, invece così teniamo tutti sulla corda.

A voi il video della gara.

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>