Le pagelle di Roma – Sampdoria 1-1

di Marco Mancini 2

pagelle roma-sampdoria

Cambiano le squadre ma la sostanza non cambia: la Roma di Zeman dura soltanto un tempo. Nella prima parte di gara i voti per i giallorossi sono tutti altissimi perché la Roma mette in campo una delle sue prestazioni migliori. Nella ripresa invece si salvano in pochi mentre va fatto un plauso alla Samp per essere stata capace di pareggiare nonostante sia rimasta in 10 per tutto il secondo tempo. Andiamo a vedere le pagelle.

>> VIDEO E INTERVISTE DI ROMA – SAMPDORIA 1-1

ROMA:

Stekelenburg 4: viene chiamato in causa una sola volta in tutta la partita e commette la papera che consegna il gol agli avversari.
Taddei 6: molto meglio di Piris su quella fascia, anche se mostra tutti i suoi limiti in fase difensiva.
Castan 7: cresce partita dopo partita, sempre presente e puntuale, compie anche un paio di interventi fondamentali.
Burdisso 6,5: benissimo anche lui, non si fa mai sorprendere.
Balzaretti 5,5: poco incisivo. Non viene molto impegnato ed i suoi cross non sono precisi.
Tachtsidis 6,5: molto bene nel primo tempo, a sprazzi nella ripresa (De Rossi 6: entra nel momento caldo e non incide come dovrebbe, ma ancora non è al meglio).
Florenzi 7: probabilmente il migliore in campo, tutte le azioni della Roma passano da lui e dimostra anche buona personalità.
Marquinho 5,5: Zeman gli concede 90 minuti ma probabilmente saranno gli ultimi quest’anno. Davvero impalpabile.
Lamela 6,5: se trovasse la rete sarebbe la partita perfetta. Ci mette tanta volontà e va vicino al gol in almeno 3-4 occasioni, ma è troppo impreciso.
Totti 7: un gol, una traversa e tante occasioni create, con Zeman sembra essere rinato.
Destro 5: corre per 90 minuti a vuoto e quando ha qualche buon pallone lo spreca malamente. Osvaldo ha il posto assicurato.

SAMPDORIA:

Romero 7: non compie parate eccezionali ma è sempre preciso e dà sicurezza al reparto.
Costa 6,5: molto bene, si sta rivelando un ottimo terzino.
Gastaldello 6: a volte in affanno, si fa trovare comunque pronto quando serve.
Berardi 6,5: non si lascia mai sfuggire Balzaretti e all’occorrenza copre bene anche su Marquinho.
Rossini 6: fa il suo lavoro bene, anche se spesso è troppo nervoso.
Munari 6,5: nelle ripartenze è sempre il più pericoloso e gli va dato merito di aver creduto alla possibilità di segnare anche quando sembrava impossibile.
Maresca 5: troppo nervoso, forse il fallo del secondo giallo non c’era ma si vedeva che non avrebbe finito la partita.
Obiang 5,5: partita senza infamia e senza lode, la Serie A è tutt’altro.
Estigarribia 6: fa quel che può ma è ben controllato da Taddei e Florenzi. Quando ha l’occasione però si rende pericoloso (Icardi 6: pericoloso sulle ripartenze ma si vede che è ancora acerbo).
Eder 7: si batte come un leone, fa la prima punta anche senza esserlo e dà tutto quel che può, anche senza riuscire a segnare (Soriano, sv).
Pozzi 5: davvero inguardabile, vengono dubbi su quanto sia buono uno così per la Serie A (Krsticic 6: dà compattezza al centrocampo anche se non incide in fase offensiva).

Photo Credits | Getty Images

Commenti (2)

  1. That insight solves the prblmeo. Thanks!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>