Premier League: Vincono 3 delle 4 big, delusione Tottenham

di Marco Mancini Commenta

La Premier League 2008/2009 si apre come si era chiusa la scorsa stagione, ma conclude la sua prima giornata con la sorpresa del turno. Tra le “Big Four” l’unica a non riuscire a vincere è stato proprio il campione in carica, il Manchester United, fermato in casa da un Newcastle intenzionato a non ripetere la stagione disastrosa dello scorso anno.

Fino a domenica sera, quando cioè i Red Devils non sono stati bloccati dai bianconeri, i pronostici erano stati quasi tutti rispettati. Ad aprire le danze era stato l’Arsenal che nella facile gara contro il West Bromwich era andata in gol dopo solo 4 minuti col neo acquisto Nasri, facendo presagire una goleada, ma poi ha trovato negli avversari un muro invalicabile, che ha bloccato la gara sull’1-0 fino alla fine.


Alle fine delle quattro grandi l’unica a non faticare è il Chelsea che strapazza il Portsmouth orfano di Muntari con un sonoro 4-0, dove vanno in gol il neo acquisto Deco, il solito incontenibile Joe Cole, addirittura Anelka, ma soprattutto colui che è stato più vicino a lasciare i Blues, ma che alla fine si è legato a vita a loro, e cioè Frank Lampard, autore del terzo gol su calcio di rigore. Non c’è stato scampo per il Portsmouth che si è ritrovato sotto di tre gol alla fine dei primi 45 minuti, e ha tentato soltanto di subire
il meno possibile nella ripresa, almeno ha contenuto i danni. La quarta big invece, il Liverpool, ha faticato tantissimo per portare a casa la prima vittoria stagionale, strappata in casa del Sunderland a 8 minuti dalla fine con il campione d’Europa Fernando Torres. Questo inizio fa capire che quest’anno non sarà tanto una passeggiata per le Big Four.

La squadra che tutti si aspettavano di vedere però ha deluso le aspettative. Il Tottenham dei grandi acquisti si è schiantata alla prima uscita in quel di Middlesbrough, in una gara combattutissima sbloccata a 20 minuti dalla fine da Wheater e chiusa da Mido, in cui l’unica rete degli Spurs è arrivata grazie ad un autogol del difensore Huth. Evidentemente ci vuole più tempo per assemblare tutti i nuovi arrivati.
Ma la vera sopresa di giornata è la neopromossa Hull City, che in casa contro il Fulham si guadagna i primi 3 punti ribaltando il risultato da 0-1 a 2-1 a meno di 10 minuti dalla fine. Altra sorpresa di giornata l’Aston Villa, che contro il poco sereno Manchester City lascia esplodere il suo attaccante principe, Agbonlahor, che diventa subito capocannoniere del torneo grazie alla tripletta segnata ai biancazzurri. Finisce 4-2 la gara al Villa Park e City subito in crisi dalla prima giornata. Nelle altre gare il Blackburn espugna il difficile campo dell’Everton 2-3 al novantesimo,il Bolton atterra la nuova arrivata Stoke City 3-1 e il West Ham mette in cassaforte la gara dopo 9 minuti contro il Wigan, risultato finale 2-1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>