Premier League: pochi gol e tante botte nella prima di campionato

di Marco Mancini 1

Non sarà di certo una prima di campionato che passerà alla storia per il bel calcio, quella appena trascorsa in Premier League. La nuova stagione, che già si era aperta con lo spettro delle proteste di piazza che hanno fatto rinviare una partita (Tottenham-Everton), porta la violenza anche in campo, e precisamente in Newcastle-Arsenal. Protagonista è sempre il solito Joey Barton, autore di un fallaccio su Gervinho. L’ivoriano fa un po’ di scena ed il bad boy lo tira su di prepotenza, scatenando un putiferio.

Non mancano spintoni e un po’ troppo di irruenza, oltre alla solita sceneggiata di Barton che cade come se fosse stato sparato. Alla fine Gervinho verrà espulso per la manata e, al novantesimo, sono più i lividi che i gol. Steccano un po’ tutti. Il Chelsea dei miliardi non va oltre lo 0-0 contro lo Stoke che in casa è un avversario tosto, il Liverpool pareggia contro il Sunderland e così l’unica big a vincere è il Manchester United in attesa del posticipo del City.

I campioni d’Inghilterra continuano con la loro marcia trionfale, nonostante De Gea non sia al livello di Van Der Sar, e lo dimostra con una papera che dà agli avversari il gol del momentaneo pareggio. Finisce 1-2 con reti di Rooney e autogol di Reid. Da segnalare lo 0-4 subito dal QPR di Briatore in casa contro il Bolton, di certo non un buon modo per inaugurare la massima serie.

Commenti (1)

  1. Scusa, tu che hai scritto l’articolo: HAI VISTO LA PARTITA?
    Io no. Ma ho visto le sintesi, e Gervinho ha simulato, su di lui nessun fallaccio!

    Il signorino Gervinho la deve smettere di simulare!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>