Premier League: il Chelsea dice addio allo scudetto

di Marco Mancini Commenta

Campionato finito per il Chelsea, almeno dal punto di vista dello scudetto. La squadra di Scolari finora era rimasta appesa ad un filo, un pò a causa di qualche episodio sfortunato. Ma la sconfitta arrivata nel posticipo della 24^ giornata contro il Liverpool chiude definitivamente tutti i giochi per i Blues.

Il Chelsea quest’anno non ha mai vinto contro una delle grandi, anzi, ha sempre perso, e così, dopo una gara piuttosto equilibrata, ci pensa Torres con una doppietta nel finale a portare a casa la vittoria per i Reds. Attualmente i punti di distacco dei Blues dalla vetta sono 5, ma con una partita in più rispetto allo United. In caso di vittoria (molto probabile) degli uomini di Ferguson, i punti diventerebbero 8, e la vittoria della Premier risulterebbe impossibile.

Rimane solo il Liverpool in scia, ma pare che lo United non ci pensi proprio a fermarsi. La gara contro l’Everton era piuttosto difficile. Cahill e compagni sono in un ottimo momento di forma, ma la difesa dei Red Devils è a dir poco incredibile (non subisce gol da 12 partite), e quindi basta soltanto una rete per ottenere i tre punti. Stavolta però l’Aston Villa perde una grande occasione. C’era l’opportunità di guadagnare la terza posizione, ma il Wigan regala una grande prestazione, tanto da imbavagliare le bocche da fuoco dei londinesi. Finisce 0-0 al Villa Park, ma almeno l’aggancio al Chelsea riesce.

Niente da fare invece per l’Arsenal, che ormai ha perso definitivamente il feeling con la vittoria. Contro il West Ham finisce senza reti, e il pareggio fa più comodo a Gianfranco Zola che ad Arsene Wenger. I primi 5 che vanno in Europa comunque sono fuori discussione.

In fondo alla classifica continuano a rimanere invischiate Newcastle e Tottenham. I bianconeri pareggiano 1-1 nel derby con il Sunderland, gli Speroni rimangono addirittura a secco contro il Bolton. Salvano la faccia, visto che dopo un’ora di gioco i padroni di casa erano sopra di due gol. Uno dei tanti fuoriclasse del Tottenham, Darren Bent, tenta pure di salvare i suoi con la sua doppietta, ma evidentemente non è stagione perché a tre minuti dalla fine Kevin Davies segna la rete del 3-2. Adesso sia il Tottenham che il Newcastle rimangono a 24 punti, uno appena sopra il terzultimo posto che significa retrocessione. Cade ancora una volta anche il Manchester City, stavolta per mano dello Stoke che si tira fuori dalla retrocessione. Per gli arabi sarà un’altra settimana di inferno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>