Fantacalcio: tanti marcatori per un’ultima giornata di incertezze

di Marco Mancini Commenta

Ultima giornata al cardiopalma, dove prima di tutti ha vinto il calcio italiano. Evidentemente tutti gli scandali degli scorsi anni sono serviti a qualcosa. Infatti una giornata come questa, con 5 partite su 10 che non avevano un significato, sarebbero state scontate nel risultato, e sarebbero finite con una valanga di gol. Invece, a parte forse un arrendevolezza eccessiva dei calciatori della Roma negli ultimi 5 minuti, quando lo scudetto ormai era perso, per il resto le partite sono state tutte regolarissime, e questo ha fatto bene anche al Fantacalcio, soprattutto a quei tornei che vedevano gli scontri decisivi proprio nell’ultima giornata.

Il primo dato che ha colpito molto è che, dopo la doppietta di Del Piero del sabato, ci si aspettava che Borriello facesse almeno 3-4 gol. Invece la punta dei grifoni è sembrata già in vacanza, e chi può aver puntato su di lui, si è trovato con uno zero alla casella dei bonus. Altri dati particolari possono essere il -3 di Kakà che ha rovinato così la sua splendida partita in cui ha fornito due assist e tanto gioco; oppure che molto spesso le prestazioni migliori sono arrivate da quelle squadre che non avevano obiettivi, come ad esempio il Torino, i cui calciatori credo saranno stati messi da parte dai Fantallenatori.


In questa ultima giornata è difficile scegliere il portiere migliore. Ci sono stati due rigori sbagliati, ma quello di Saudati si è stampato sul palo (quindi niente bonus per il portiere) e quello di Kakà è stato parato, ma Handanovic poi ha preso 4 gol, e quindi la sua situazione non è che sia cambiata granchè. A mio avviso il migliore è stato Sereni, che meriterebbe la convocazione in nazionale, ma che avendo subito un gol, potrebbe perdere il primato, a vantaggio di qualche altro portiere che ha passato una gran giornata, senza però subire reti, come il suo dirimpettaio Frey.

I difensori ad andare in gol sono 4, cerchiamo di trovare dei criteri per assegnare i 3 posti. Uno sicuramente lo affiderei a pendolino Cafu, che ha voluto salutare il suo pubblico con un bel gol, e tanta commozione, venuto tra l’altro partendo dalla panchina. Gli altri tre marcatori, Domizzi, Bianco e Maggio, dovrebbero essere penalizzati perchè le loro squadre hanno subito molti gol, 2 i primi, 3 il doriano. E per un difensore non basta segnare un gol, ma il compito principale è non farne prendere. Comunque a conti fatti, dovrebbero risultare più o meno tutti e tre a parimerito, e quindi darei un minimo di vantaggio a Domizzi e Bianco per una questione di quotazioni in Fantamilioni.

Anche a centrocampo siamo un poco in imbarazzo, perchè i marcatori sono stati 5. Tra questi potrei annoverare tra i migliori sicuramente Jankovic, autore di una gran bella partita e di un campionato in crescendo con il suo Palermo. Anche Mesto ha fatto una gran partita e un bellissimo gol, il problema è che poi la sua Udinese non è più scesa in campo nel secondo tempo, e potrebbe subirne il contraccolpo alla conta dei voti. La terza maglia da titolare se la meriterebbe Seedorf, che anche senza fare una partita eccezionale, si è sacrificato molto e ha suonato la carica per tentare in tutti i modi di agganciare il quarto posto con il suo Milan. L’ultima posizione a centrocampo la affiderei a Buscè per due motivi: primo perchè ha segnato la rete che ha di fatto regalato la vittoria (purtroppo inutile) all’Empoli, e poi perchè nei momenti decisivi dei toscani lui è sempre in prima linea, e si merita di entrare, per l’ultima volta, nella nostra Fantaformazione.

L’imbarazzo si conclude tra gli attaccanti. Anche qui a mettermi in difficoltà ci sono le doppiette, guardacaso 4 per tre posti. Una maglia da titolare Del Piero ce l’ha prenotata da sabato, e nessuno può togliergliela. I 2 gol sono stati il minimo per il capocannoniere del campionato. Ha infatti guadagnato il rigore poi trasformato da Trezeguet e soprattutto ha disputato una partita a dir poco eccezionale, forse stimolato dall’avere di fronte un fuoriclasse come Cassano, suo rivale nelle convocazioni in nazionale. La seconda maglia va a Maccarone, che con la sua doppietta diventa il marcatore più prolifico in una stagione per il Siena, ed è il giusto coronamento di un’ottima annata per i toscani. La terza maglia mi piacerebbe tanto affidarla ad Amoruso, ma quando Ibra è in campo, si sente. E’ lui il vero artefice dello scudetto dell’Inter, e quindi si merita il posto d’onore nella Fantaformazione, anche perchè, se ci pensate bene, il periodo che ha coinciso con il recupero della Roma degli 11 punti è venuto proprio quando il talento svedese era infortunato. Non è un caso, è lui il miglior attaccante, non solo della giornata, ma del campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>