Razzismo, Boateng invitato dall’ONU

di Giovanni Ferlazzo 1


Il calciatore del Milan Kevin Prince Boateng è stato invitato dall’ONU per partecipare come ospite il 21 marzo alla “Giornata internazionale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali“. Il prestigioso invito è stato confermato dalla società rossonera che sottolinea come l’evento offrirà un importante momento di riflessione sul tema “Sport e razzismo: diamo un calcio al pregiudizio“. È l’ennesimo attestato di stima per il calciatore e il Milan in seguito alla decisione di abbandonare il campo durante l’amichevole contro la Pro Patria per via dei cori razzisti piovuti dagli spalti contro il ghanese.

CALCIO AL RAZZISMO – Nella giornata di ieri, era inoltre arrivata una ulteriore mossa contro il razzismo nel calcio. Quella del giudice sportivo Gianpaolo Tosel, il quale ha ricordato come nessuna squadra può abbandonare il campo se non su indicazione dell’arbitro, aggiungendo tuttavia che gli essenziali valori dello sport e la civile convivenza escludono che possa acquisire rilevanza disciplinare un gesto di solidarietà verso un uomo vittima di beceri insulti. Per questa ragione, il Milan non è stato sanzionato per aver abbandonato il campo.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>