Milan, Allegri a rischio se non vince le prossime due partite

di Marco Mancini Commenta

Una sconfitta all’esordio in campionato ed una vittoria arrivata quasi per caso contro il Bologna non hanno fatto altro che peggiorare una situazione già critica sulla panchina rossonera. Massimiliano Allegri era già il grande accusato del gran numero di infortuni dello scorso anno e di aver fatto scappare i senatori in questa stagione. Ma se nemmeno con i giovani le cose dovessero andar bene, c’è il rischio che venga sostituito.

Fondamentali saranno la partita di campionato di domani sera contro l’Atalanta e quella di Champions League contro l’Anderlecht. Se non dovessero arrivare due vittorie, c’è già una lunga lista di nomi che potrebbero sostituirlo. La soluzione preferita da Berlusconi è fare come la Juve che ha messo su quella panchina uno dei suoi simboli del passato. L’idea del patron è di piazzarci Mauro Tassotti che, seppur non sotto le luci della ribalta, è sempre stato all’interno della società milanista. Il suo vice potrebbe essere Pippo Inzaghi, anche se ha ben poca esperienza avendo finora allenato gli Allievi nazionali per un mesetto scarso.

 TRAGHETTATORI – Le alternative restano comunque made in Milan e vanno da Gullit (che qualche giorno fa non aveva escluso un suo ritorno a Milano) a Van Basten, o per restare in Italia a Donadoni o Costacurta. Il progetto rossonero però è di prendere un traghettatore in questa stagione (parlare di traghettatore alla terza giornata fa venire i brividi) per fare crescere i tanti giovani promettenti e presentare ad un grande allenatore il prossimo anno una squadra competitiva. Sì ma quale sarà il grande allenatore? Le alternative al momento sono due: Pep Guardiola, attualmente disoccupato, e Carlo Ancelotti che, nel caso in cui non dovesse vincere nulla a Parigi, ha già pronto l’esonero. Tutti discorsi che se Allegri dovesse vincere verrebbero solo rimandati visto che il campionato del tecnico del Milan sembra disseminato di trappole.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>