Meazza o San Siro: lo stadio più grande d’Italia

di Gioia Bò 5

sansiro.jpg

Nel nostro viaggio alla scoperta degli stadi più belli del mondo, non poteva di certo mancare il Meazza di Milano, considerato da molti quanto di meglio possa offrire l’Italia in fatto di impianti sportivi.

I lavori di costruzione iniziarono nel 1925 e, dopo poco più di un anno, venne inaugurato con un derby cittadino che vide gli interisti imporsi per 6-3. Il nome scelto fu quello di San Siro, al quale era dedicata una chiesa nelle vicinanze, nome che identificò lo stadio fino al 1979, quando venne dedicato a Giuseppe Meazza, giocatore storico dell’Inter e campione del mondo con la nazionale italiana nel ’34 e nel ’38.

meazza.jpg

Inizialmente apparteneva al Milan, mentre l’Inter era costretto a giocare all’Arena Civica, fino al 1947, quando l’impianto venne acquistato dal Comune di Milano, che ancora oggi lo gestisce. Nel 1935 l’impianto subì una prima ristrutturazione che portò il numero di spettatori da 35.000 a 150.000, rendendolo lo stadio all’epoca più grande del mondo.


Molti poi i lavori di lifting nel corso degli anni, che ne diminuirono man mano la capienza e apportavano al tempo stesso delle migliorie strutturali, dovute ad esigenze di sicurezza e di comfort. Attualmente la capienza è di 82.955 posti, che ne fa lo stadio più grande in Italia, il terzo in Europa, il decimo nel mondo.

san_siro2.jpg

Ha una forma rettangolare e la struttura è sorretta da piloni esterni alti 60 metri; è caratterizzato da tre anelli orizzontali, ciascuno diviso in quattro zone di diverso colore (arancione e rosso per i rettilinei, verde e blu per le curve, ad eccezione dell’ultimo anello, dove manca il rettilineo arancione). La visibilità del terreno di gioco è garantita dall’assenza della pista di atletica, sul modello degli stadi inglesi e tedeschi. La copertura è situata a 75 metri dal suolo ed è formata da travi di metallo color rosso ben visibili dall’esterno. All’interno dello stadio c’è il Museo di Milan ed Inter, dove è possibile ammirare numerosi cimeli delle squadre di calcio milanesi.

Oltre ad essere teatro delle partite casalinghe dei due club, ha ospitato negli anni numerosi concerti, tra cui quelli di Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Michael Jackson, gli U2, Renato Zero e Laura Pausini, prima donna nella storia della musica ad esibirsi nell’impianto.

Spesso abbiamo parlato di stadi a misura di tifoso ma mai come in questo caso la definizione risulta azzeccata, perché il Meazza è veramente il fiore all’occhiello per il calcio italiano.

Commenti (5)

  1. wiwa san siro!!!
    wiwa michael jackson!!!!! i love you!! 18 giugno 1997 4 ever

  2. che figooo sto stadio
    e soprattutto per aver ospitato michael!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>