Juventus, Felipe Melo: “Pronto ad andar via”

di Marco Mancini 2

Foto: AP/LaPresse

Da quando è arrivato a Torino, appena due stagioni fa, non c’è stato un solo giorno in cui non si è “mugugnato” su di lui. Felipe Melo, che con la maglia della Fiorentina aveva fatto molto bene e con quella del Brasile (almeno fino alla scorsa estate) sembrava un fenomeno, ha subìto un processo di involuzione alla Juventus.

Le prime contestazioni sono arrivate sul costo del cartellino, troppi i 25 milioni che potevano essere investiti in altro modo; poi sui rendimenti ed infine sui suoi “colpi di testa” come le entrate killer che gli sono costate parecchi cartellini rossi. A questi sono seguiti il poco ambito trofeo di “bidone d’oro“, ed ora anche il suo punto di forza, la forma fisica, viene a mancare visti i ricorrenti infortuni di quest’anno. Una situazione insostenibile che ieri ha fatto sbottare il centrocampista che ha dichiarato chiaro e tondo: “se non mi volete me ne vado”.

Queste le parole di Melo ai tifosi bianconeri pronunciate allo Juve Store ieri sera:

Io sto bene a Torino e mi sento di far parte di una grande squadra. Però so che mi vogliono molti club, alcuni anche importanti, e se la Juve non mi vuole, io vado via senza problemi. In ogni caso le voci di mercato fanno piacere perché vuol dire che non sono quel bidone come qualcuno pensava. Devo migliorare, ma rispetto ad un anno fa sono cresciuto tanto [ma] se la Juve vuole, me ne vado.

Le offerte a cui fa riferimento sono quelle di Real Madrid, Siviglia e Arsenal, e che pare non dispiacciano affatto alla dirigenza bianconera che vede nella sua cessione un buon modo di far cassa senza far arrabbiare i tifosi. Dopotutto gli unici pezzi da novanta che potrebbero fruttare qualche decina di milioni sono Buffon e Chiellini, ma chissà come i tifosi prenderebbero le loro cessioni. Invece Melo potrebbe essere venduto a 15-20 milioni, da investire in un centrale di centrocampo d’esperienza e di classe come ad esempio Mascherano, che la Juve insegue da anni ma non trova mai i soldi per ingaggiarlo.

L’alternativa gliela offre l’Arsenal, con uno scambio (con conguaglio) con Denilson, giovane centrocampista dei Gunners che però, dopo un esordio eccezionale e la fascia di capitano nella nazionale brasiliana Under 17, si è andato un po’ perdendo, ed ora non è più nemmeno titolare tra i londinesi. Insomma, Marotta e soci stanno cominciando a sondare il terreno, ma vista la direzione che sta prendendo questa trattativa, sarà molto probabile che il prossimo anno non vedremo più Felipe Melo con la maglia della Juve.

Commenti (2)

  1. SE MELO SE NE VUOLE ANDARE IO LO SCAMBIEREI CON KHEDIRA O SWEINSTAGER

    CON MASCHERANO FAREBBERO UN CENTROCAMPO INVIDIABILE A TUTTI STORARI
    BECK BONUCCI ROLANDO BASTOS
    KRASIC MASCHERANO ( KHEDIRA/ SWEINSTAGER) MENEZ
    MARCHISIO EKDAL FARFAN
    ATTACCO HIGUAIN AGUERO
    QUAGLIARELLA MATRI
    DEL PIERO

    1. credo che incassare 20 milioni per Melo ed investirli su Mascherano sia la scelta migilore. Ma faresti a meno anche di Chiellini? Da quanto leggo sembra di sì. E chi sarebbe Rolando? Il difensore del Porto? Difficile, non rientra nei piani. Schweinsteiger sarebbe un ottimo acquisto, ma la concorrenza è davvero tanta, mentre mi spiace deluderti, ma Higuain e Aguero non sono in vendita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>