Stramaccioni: “Conte all’Inter? Io mai alla Juve”

di Giovanni Ferlazzo 1

Inter-Juventus assume già toni incandescenti dopo le dichiarazioni dei due allenatori. Se Antonio Conte ha risposto con diplomazia alla domanda se un giorno allenerebbe mai Milan o Inter spiegando che lui è prima di tutto un professionista, Andrea Stramaccioni lancia una stoccata dicendo a chiare lettere che non si vedrebbe mai sulla panchina della Juventus. Insomma, un botta e risposta niente male per una partita che, ammette, non è come le altre.

INTER – JUVE – Conte aveva definito questo match una partita con la “P” maiuscola. In questo caso è d’accordo Andrea Stramaccioni:

Non è una partita come le altre, incontriamo la squadra che sta dimostrando finora di essere la migliore. Le motivazioni sono al massimo, è la partita giusta per mettere in campo tutto quello che abbiamo. Contro la Juventus sarò attento alla prestazione. Mi auguro che l’Inter se la possa giocare a viso aperto. Il risultato sarà certamente importante, ma la prestazione ancora di più. Guarin? Il ritardo non è dipeso da lui. Palacio? Dovrà fare gli straordinari. Per Samuel deciderò all’ultimo momento.

 MORATTI – In questi giorni si è parlato tanto del futuro della panchina dell’Inter, in particolare di un possibile, clamoroso ritorno di Mourinho. Moratti ha però smentito spiegando di essere fiducioso in Stramaccioni, che ringrazia:

Non posso fare altro che ringraziarlo e continuare a lavorare per ripagare la fiducia con i punti. Mourinho? José è un esempio e un punto d’arrivo per ogni allenatore giocatore. Non mi sento in competizione, so quanto è amato. E so qual è la verità del presidente su questo argomento. Mi dispiace che vengano create delle false aspettative nei confronti dei tifosi.

RAMMARICO E OBIETTIVI – Stramaccioni traccia anche un bilancio della stagione interista:

Il rammarico più grande è quello di non essere riusciti a dare continuità a quanto di buono fatto vedere fino alla partita dell’andata. Da quella partita siamo stati costretti a cambiare. Eravamo a un punto dalla prima in classifica. Terzo posto? Ci crediamo, ma bisogna pensare partita dopo partita.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>