Mourinho ripensa all’Inter, ma anche lì è sfida con Guardiola

di Marco Mancini Commenta

Un commentatore d’eccezione, Diego Armando Maradona, pochi giorni fa aveva spiegato che secondo lui se Guardiola lascerà il Barcellona, lo farà per andare all’Inter. E siccome il tecnico catalano ogni anno lascia trapelare la possibilità che quella possa essere l’ultima stagione in blaugrana, in molti hanno pensato che la prossima stagione potrebbe tornare in Italia dove ha militato da calciatore.

Ma anche Mourinho è sempre più accostato alla panchina dell’Inter. Di un suo addio si era parlato già nei giorni scorsi dopo il litigio con Sergio Ramos, ed in seguito alle polemiche con gli organi di stampa che ormai non lo sopportano più.

LA GOCCIA – L’eliminazione dalla coppa del Re di ieri sera potrebbe essere stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, e quasi tutti i giornali spagnoli ormai lo danno in partenza. Addirittura da qualche giorno si fa il toto-nomi per chi succederà sulla sua panchina, con i favoriti che sono Benitez e Wenger. Mourinho ha dichiarato che il suo obiettivo è vincere il campionato in 4 nazioni diverse, dunque se dovesse arrivare lo scudetto a fine stagione, il suo addio sarebbe certo.

L’ultimo ostacolo potrebbe essere la clausola rescissoria: 20 milioni di euro. Se Mourinho dovesse andare all’Inter, la dovrebbe pagare la società, se volesse rescindere il contratto lui stesso, dovrebbe pagarla di tasca sua e se invece fosse licenziato a pagarla dovrebbe essere il Real Madrid. Ma può darsi che si trovi una risoluzione consensuale e allora tutti sarebbero contenti con lo Special One che andrebbe via senza spendere un solo euro. All’Inter lo riabbraccerebbero volentieri, ma sarebbe un bel vedere se dovesse giocarsi la panchina con il suo arci-rivale Pep Guardiola.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>