Conte risponde a Cassano, la polemica continua

di Gioia Bò Commenta

E’ guerra aperta tra Antonio Conte ed Antonio Cassano, dopo le dichiarazioni che hanno infiammato le prima pagine dei giornali negli ultimi giorni. Il fantasista barese ha lanciato parole di fuoco di fronte ai taccuini di Mediaset, sostenendo di non voler accettare lezioni di moralità da parte di un allenatore squalificato per omessa denuncia. la replica del tecnico bianconero non si è fatta attendere ed è altrettanto seccata.

Antonio Conte dice di non aver mai parlato di moralità, ma di aver sempre rifiutato l’idea di allenare Fantantonio per via degli eccessi che hanno caratterizzato la carriera del talento di Bari Vecchia:

Leggo con stupore le dichiarazioni rilasciate oggi dal signor Cassano, a seguito delle quali mi trovo costretto a fare alcune precisazioni. In primo luogo, non ho mai proferito il termine moralità, della quale, tra l’altro, sono molto dotato, nonostante la squalifica per omessa denuncia sulla quale ho già espresso le mie opinioni in passato. Alla domanda su come vengano effettuate le scelte dei giocatori della Juventus, ho fatto riferimento all’uomo, inteso come interprete del ruolo di calciatore in maniera professionalmente ineccepibile. Vale a dire: l’impegno, il rispetto delle regole, il rispetto dei ruoli, l’attaccamento al bene comune della squadra. Mi sembra che il signor Cassano nella propria carriera abbia più volte dimostrato sul campo e fuori dal campo, vedi imitazioni di Capello al Real Madrid, o le corna mostrate all’arbitro Rosetti ed altri episodi, di non avere i requisisti richiesti dal sottoscritto. Inoltre altri aneddoti in tal senso ce li ha raccontati lui stesso nella sua biografia, ad esempio a pag.109. Ritengo pertanto di non dover aggiungere altro, fermo restando che quando uso determinati termini, ne valuto appieno il significato letterale.

Insomma, Cassano non è un giocatore “da Juve” per quanto ha dimostrato in campo e fuori in tutti gli step della sua carriera. La polemica continua e non ci resta che attendere la controreplica dell’Antonio nerazzurro.

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>