Cassano attacca Conte: “Non parli di moralità”

di Giovanni Ferlazzo Commenta

 È scontro frontale tra i due Antonio più caldi della Serie A: da una parte c’è Cassano, attaccante in forza all’Inter. Dall’altra abbiamo Conte, allenatore dei rivali di sempre della Juventus e che ha militato in passato come capitano della squadra bianconera. Oggetto sono le dichiarazioni del tecnico juventino che aveva definito un quaquaraquà il talento barese, che oggi ha deciso di rispondere decisamente a tono intervistato in esclusiva da Sport Mediaset. E, come ci ha ormai abituato da anni, non ha certo peli sulla lingua.

MORALITA’ – Ecco come ha risposto Antonio Cassano a specifica domanda fatta dal giornalista Pierluigi Pardo:

Quaquaraquà non sono io, ma lui che è stato squalificato per omessa denuncia. Ho fatto tante cassanate nella mia carriera e per questo sono stato squalificato. Se lui viene a parlare di moralità a me è finito il mondo. Lui che, lo ripeto, è stato squalificato per omessa denuncia.

 SOLDATINI – Cassano torna anche sulla questione del termine “soldatini”, con cui aveva definito i giocatori della Juventus:

Volevo semplicemente dire che sono troppo professionali e professionisti. Io non lo sono mai stato. Non era mia intenzione offenderli, se se la sono presa… amen. Il tweet di Bonucci? Conosco bene Leo, è un bravo ragazzo. È attaccatissimo alla nazionale. Ha detto la verità, io ho sempre fatto fatica a correre. Non mi sono offeso. Accetto la battuta perché rimane in ambito calcistico. Stringere la mano alla Juventus? Io lo faccio con tutti.

BALOTELLI E NAZIONALE – Dal barese anche una battuta sul possibile ritorno di Balotelli e le mancate convocazioni in nazionale.

Balotelli? Ce ne sono tanti forti nell’Inter, restiamo con questi. Prandelli? Non l’ho più sentito, forse perché ho cambiato numero. Comunque tifo Italia e il mio sogno è partecipare a un Mondiale, cosa che non ho mai fatto.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>