Serie A 2012-2013, Pazzini lancia il Milan ed affonda il Bologna

di Gioia Bò 3

Seconda giornata Serie A 2012-2013

Stadio Dall’Ara di Bologna

Bologna – Milan 1-3

Reti: 16′ pt rig, 32′ st, 40′ st Pazzini (M), 42’pt rig Diamanti (B)

Il Milan cercava il riscatto dopo la magra figura rimediata al cospetto della Sampdoria nella prima giornata di campionato. Stesso desiderio per il Bologna di Pioli, battuto all’esordio dal Chievo e smanioso di mettersi in mostra nella prima gara giocata davanti al proprio pubblico. Allegri gettava nella mischia sin dal primo minuto il bomber Pazzini, mentre De Jong e Bojan, appena arrivati all’ombra della Madunina, venivano lasciati i panchina. Fuori dall’undici iniziale anche Gilardino, appena giunto a Bologna da Genoa.

La prima rete della gara arrivava proprio dai piedi di Pazzini, che si incaricava di calciare il rigore concesso ai suoi al minuto numero 16 della prima frazione di gioco. Di lì in avanti il Milan collezionava cartellini gialli, con Montolivo, Bonera ed Ambrosini che finivano sul libro dei cattivi. L’ex fantasista della Fiorentina usciva al minuto numero 41, lasciando il posto a De Jong e subito arrivava il pareggio del Bologna. Rigore concesso ai felsinei ed Alessandro Diamanti pronto ad infilare Abbiati.

Nella ripresa il Milan cercava di ripassare in vantaggio, proponendosi in avanti con Boateng, Nocerino ed El Shaarawy, mentre Pioli giocava la carta Gilardino, richiamando in panchina Acquafresca. Il Milan aggiungeva all’elenco degli ammoniti Pazzini e De Jong, mentre Diamanti e Gilardino tentavano di infliggere la seconda sconfitta consecutiva ai rossoneri.

Ma il Milan non si lasciava chiudere ed al minuto numero 77 riusciva a portarsi in vantaggio, ancora con Giampaolo Pazzini, che da questa sera scatenerà non pochi rimpianti nei cuori dei tifosi dell’Inter. Passavano otto minuti ed il Pazzo colpiva ancora, chiudendo di fatto la partita e portandosi in vetta alla classifica dei cannonieri. Milan che balza a tre punti, Bologna fermo a zero e costretto a rimandare la prima vittoria in casa.

[Photo Credits | Getty Images]

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>