Euro 2012, i top e i flop

di Gioia Bò 1

Cala il sipario su Euro 2012 ed è il momento di tirare le somme, di assegnare i voti ai protagonisti in campo (e non solo) della massima competizione continentale. Molte le conferme rispetto alle aspettative, ma anche molte delusioni arrivate sin dalla fase a gruppi, quando alcuni pronostici sono stati completamente sovvertiti.

Inutile dire che la Spagna merita il voto più alto, non solo per quanto fatto nel corso del torneo, ma per la capacità di conquistare la sua terza coppa nel giro di quattro anni. Nessuno come le Furie Rosse in passato, nessuno – forse – nel prossimo futuro, perché ripetere certe imprese è praticamente impossibile. L’undici di Del Bosque non sempre ha mostrato la sua faccia migliore (vedi semifinale contro il Portogallo), ma ha avuto il merito di uscir fuori nei momenti importanti della competizione, dimostrando ancora una volta di essere la squadra migliore del mondo.

L’Italia non è riuscita a regalarci un sogno, ma è difficile non inserire la squadra di Prandelli nella lista dei top di Euro 2012. Contro tutto e contro tutti, gli azzurri sono riusciti ad arrivare in fondo al torneo, superando squadre molto più attrezzate (vedi la Germania in semifinale), nonostante i mille problemi del calcio nostrano.

Un applauso alla Grecia, che è riuscita a superare la fase a gironi contro ogni aspettativa, ed una nota di merito al Portogallo, trascinato da Cristiano Ronaldo fino al penultimo atto di Euro 2012 ed eliminato solo ai calci di rigore. Un applauso anche all’Irlanda di Trapattoni e soprattutto al suo pubblico, che non ha mai smesso di incoraggiare i verdi nonostante la prematura eliminazione.

Pollice verso per l’Olanda dei fenomeni, data per favorita all’inizio del torneo ed uscita con le ossa rotte e con zero punti in tasca dalla fase a gironi. Nessuna attenuante per una squadra che solo due anni fa arrivava a giocarsi la finale di Coppa del Mondo. Voto insufficiente anche per la Francia, partita con il favore del pronostico, ma bella e vincente solo nella gara con l’Ucraina.

L’Inghilterra ha fatto quel che ha potuto, mentre ci si sarebbe attesi qualcosa in più dala Russia, incapace di ripetere l’exploit del debutto (4-1 alla Repubblica Ceca) ed eliminata da un Gruppo che avrebbe dovuto dominare. A voi le valutazioni.

[Photo Credits | Getty Images]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>