Euro 2012, le pagelle di Portogallo – Spagna 2-4

di Giovanni Ferlazzo 1

La Spagna è in finale a Euro 2012. I campioni in carica si sono infatti imposti sul Portogallo ai calci di rigore, al termine di una partita che aveva regalato pochissime emozioni, molto tattica. Per la Spagna, che ora attende una tra Germania e Italia, si prospetta l’occasione di realizzare uno storico triplete: due europei e un mondiale nel giro di quattro anni.

PORTOGALLO:

Rui Patricio 6,5 – Gioca una buona partita, sempre attento e non commette errori grossolani. Ottimo intervento sul calcio di rigore di Xabi Alonso, peccato che non basterà per conquistare la finale.

Pereira 6,5 – Il suo apporto sulla fascia è determinante, mette in difficoltà la difesa spagnola quando decide di spingere con convinzione.

Pepe 6,5 – Seppur irruento, ma è il suo stile, ogni intervento è efficace. Non concede spazi in difesa.

Bruno Alves 6 – Rovina una buona partita sparando sulla traversa il rigore che di fatto elimina la sua nazionale da Euro 2012.

Coentrao 6,5 – Quando spinge fa veramente male e contribuisce alla grande alla manovra offensiva.

Veloso 6 – Dona sostanza al centrocampo, pur senza eccellere particolarmente. (Custodio s.v.)

Raul Meireles 6 – La qualità non è il suo forte e si vede. Però corre tanto, e si spende fino allo sfinimento pur di supportare la manovra.

Mountinho 6,5 – Corsa, sostanza e astuzia. Questo giocatore è in grado di combinare le tre cose contemporaneamente senza affanni.

Nani 5,5 – Se spinge dimostra di poter far male, ma si vede raramente.

Cristiano Ronaldo 6,5 – Trascinatore assoluto di questa squadra, ma da lui ci si aspetterebbe sempre quel guizzo in più. E se al novantesimo non avesse sprecato quella buona occasione…

Almeida 6,5 – Gioca una buona gara dando incisività in attacco. Nel secondo tempo prova anche la conclusione. (Oliveira s.v.)

 

SPAGNA:

Casillas 6,5 – L’intervento ai calci di rigore è il coronamento di una buona partita, sempre attento.

Arbeloa 6,5 – Nei momenti in cui decide di farsi vedere anche in attacco fa male, e infatti è uno dei pochi a costruire una buona occasione nei novanta minuti.

Piqué 7 – Semplicemente perfetto e pulito in ogni intervento. Freddo ai calci di rigore.

Ramos 7 – Cristiano Ronaldo è un cliente scomodo, ma lui lo conosce alla perfezione e riesce a limitarlo quando può. Il cucchiaio ai calci di rigore è una perla.

Alba 6 – Si vede più nel secondo tempo, quando sempre acquistare fiducia e convinzione nei suoi mezzi.

Busquets 5,5 – Qualche fallo di troppo, poco concentrato.

Xavi 5,5 – Fatta eccezione per qualche accelerazione, non brilla come al solito. Spento. (Pedro 6,5 – Riaccende la Spagna nei supplementari, prendendo il ruolo del vero trascinatore. Bravissimo).

Xabi Alonso 6 – A centrocampo non fa mancare la sua qualità, anche se oggi non è parso eccezionale.

Silva 5,5 – Inizia bene, poi sparisce. Ha difficoltà a trovare spazi. (Jesus Navas

Iniesta 6,5 – Un po’ di stanchezza non pregiudica la prestazione di un giocatore sempre semplicemente eccezionale.

Negredo 5 – Dovrebbe far salire la squadra e garantire i giusti scambi e inserimenti. Non sono cose che rientrano nelle sue caratteristiche, e si vede. (Fabregas 6 – Sistema lì dove non garantiva sicurezza il compagno di squadra che rileva)

Photo credits | Getty Image

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>