Zenit – Milan 2-3, cronaca, interviste e video

di Gioia Bò Commenta

Seconda giornata Champions League 2012-2013

Petrovsky Stadium di San Pietroburgo

Zenit San Pietroburgo – Milan 2-3

Reti: 13′ pt Emanuelson (M), 16′ pt El Shaarawy (M), 46′ pt Hulk (Z), 3′ st Shirokov (Z), 30′ st aut. Hubocan (M)

LE PAGELLE DI ZENIT – MILAN

Il Milan soffre, ma alla fine riesce a strappare tre punti fondamentali sul campo dello Zenit di Spallatti. Sul velluto la partenza dei rossoneri, che trovavano la rete del vantaggio al minuto numero 13 della prima frazione di gioco. Emanuelson si incaricava di battere una punizione ed un difensore dello Zenit deviava nella porta difesa da Malafeev. Passavano tre minuti ed El Shaarawy approfittava di un assist di Bojan per colpire ancora uno spaesato Zenit.

Sul 2-0 per il Milan la gara sembrava ormai chiusa, ma Hulk sul finire del primo tempo riusciva a trovare la rete della speranza. La rimonta si completava ad inizio ripresa, quando Shirokov trovava la rete del 2-2. Toccava poi a Pazzini, con la complicità di Hubocan infilare la rete che regala tre punti importanti al Milan, che ora guida il Gruppo C con 4 punti, in attesa di Anderlecht-Malaga. Lo Zenit incassa la seconda sconfitta in Champions League e resta fermo a zero punti. Allegri non può che essere soddisfatto della prova offerta dai suoi:

Sono i giornali a dire che siamo in crisi, ma non è vero, quindi questa vittoria non scaccia niente. Ci serviva fare risultato qui in Russia: siamo partiti molto bene, siamo stati padroni del campo e il 2 a 0 lo abbiamo legittimato. Loro hanno trovato il gol nel finale di tempo, in un momento cruciale, e poi all’inizio del secondo: potevamo subire un blocco psicologico, forse io potevo intervenire prima con delle modifiche tattiche, ma i ragazzi sono stati bravi a resistere, a reagire e a cercare la vittoria. Sono contento della prestazione della squadra.

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>