Bruno Fornaroli: il nuovo Pippo Inzaghi

di Gioia Bò Commenta

Ancora un volto nuovo da proporre all’attenzione di quanti vanno alla ricerca di giovani talenti. Stavolta il nostro viaggio fa tappa a Montevideo in Uruguay, nelle cui fila milita da anni Bruno Fornaroli, talento di chiare origini italiane e pronto ormai per il salto nel calcio che conta.

La sua esplosione è stata piuttosto tardiva rispetto ad altri coetanei che già a livello giovanile sono riusciti a dimostrare il proprio valore. Bruno ha impiegato qualche anno in più a venire alla ribalta, complice un fisico non proprio eccezionale per il ruolo ricoperto.

Attaccante puro di professione, di quelli che dovrebbero segnare gol a sufficienza per poter essere notati. Il ragazzo invece, nella lunga trafila delle giovanili ha trovato poco spazio per mettersi in luce, finendo per rimanere escluso dalla prima squadra.


Lo scorso anno finalmente la svolta: il mister lo carica d responsabilità, mettendolo al centro dell’attacco del National e lui ripaga a suon di gol e ottime prestazioni. Ormai Bruno è maturo e difficilmente qualcuno potrà rubargli il posto da titolare.

Brevilineo, veloce, ambidestro, capace di proteggere la palla e di esibirsi in acrobazia, un fiuto per il gol impressionante: queste le caratteristiche del giovane sudamericano, paragonato spesso a Pippo Inzaghi per quella capacità di metterla dentro da ogni posizione.

Il paragone forse è un po’ esagerato, se si considera che stiamo pur sempre parlando di un ragazzino di venti anni, ma la classe è indiscutibile e le sue giocate potrebbero far comodo a diversi club in cerca di una prima punta.

Napoli e Lazio sono sulle sue tracce da tempo e sembra che il club di Lotito sia disposto a sborsare i sei milioni di euro necessari per il suo cartellino. La trattativa probabilmente andrà in porto, nonostante l’interesse in questi ultimi giorni del Tottenham, alla ricerca di una prima punta per sostituire il partente Berbatov.

Un’altra soluzione potrebbe essere l’acquisto da parte del Real Madrid che poi lo girerebbe ad un altro club della Liga per un anno, per testarne la capacità realizzativa lontano da casa.

Per ora sono solo ipotesi, ma il suo procuratore è in Europa per piazzarlo al meglio. Ne sentiremo parlare ancora, dunque, e state pur certi che qualunque sia la maglia indossata nella prossima stagione, Bruno Fornaroli saprà ritagliarsi il suo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>