Noiosa 20esima giornata, ma che posticipo!

di Aurelinho 2

E’ stata una giornata particolare, la prima di ritorno della serie A. Negli anticipi vincono Samp e Roma, rispettivamente, su Siena e Palermo, entrambe per 1 a 0, grazie ai goals di Cassano e Mancini, che consentono la vittoria alle proprie squadre.
Per quanto riguarda la domenica, salta subito all’occhio la statistica dei goal segnati nei primi tempi: soltanto a Bergamo il risultato è stato sbloccato nei primi 45’, col goal di Rivalta che al 19’ lascia partire un sinistro dai 30 metri che beffa Campagnolo. Sembra tutto finito all’inizio del secondo tempo, quando i bergamaschi raddoppiano con Langella che da pochi passi non sbaglia. Ma al 61’ Vigiani sfrutta un bel cross di Modesto accorciando le distanze, aprendo la strada al pareggio di Barreto, arrivato 6 minuti dopo.



Fatica la Fiorentina, che riesce a battere in extremis l’Empoli, dopo essersi vista annullare ben 3 reti, passa all’85 con il solito Adrian Mutu, per poi raddoppiare al 93’ con la rete di Pazzini.
Incredibile la partita tra Cagliari e Napoli. I partenopei passano in vantaggio grazie alla rete di Hamsik al 57’, e ci restano fino al 93’ quando Matri insacca su respinta di Gianello, che un minuto più tardi viene battuto anche da Conti, che raccoglie un cross su calcio piazzato di Foggia, e ribalta definitivamente il risultato, rendendo ancora più critica la situazione in casa Napoli.
Dopo la brutta sconfitta di mercoledì, il Milan batte il Genoa per 2 a 0, con una doppietta di Pato nel secondo tempo che fa sognare ai tifosi un posto in Champions.

L’Inter capolista viene fermata ad Udine, non senza le solite contestazioni arbitrali, sempre più protagoniste. Il goal annullato ad Ibrahimovic sembrava regolare, e Mancini non ha digerito l’espulsione di Cesar. Torino-Lazio è terminata 0 a 0, e da segnalare ci sono soltanto le espulsioni di Barone da un lato, e dell’esordiente Rolando Bianchi dall’altro, che entra, gioca 5 minuti, che gli bastano per collezionare due ammonizioni, e lasciare la Lazio in 10. Il Catania ha rimediato un pareggio in casa col Parma, anche questa partita è terminata con un noioso 0 a 0.

Grande partita il posticipo serale tra Livorno e Juventus, che vince per 3 a 1 una gara brillante e divertente da vedere. Bianconeri in vantaggio al 30’ con David Trezeguet che scatta sul filo del fuorigioco e riceve un lancio perfetto di Zanetti, girando di prima intenzione alle spalle di Amelia. Ma il centrocampista della Juve non è pago, ed al 49’ serve con un preciso lancio lungo Alex Del Piero che evita il fuorigioco, fa di corsa tutta la metà campo del Livorno, e segna facendo un tunnel ad Amelia in uscita. E’ al 63’ che la Juventus mostra tutta la sua grandezza, con un’azione offensiva perfetta: avanzata di Palladino, che serve Trezeguet, il quale fa velo per Del Piero che di prima la da a Trezeguet in area, che al volo lascia partire un siluro che si trasforma in 3 a 0. Il Livorno riesce a siglare il goal della bandiera al 79’ con Bogdani, ma una Juve così sembra veramente tutt’altro che una neopromossa.

Commenti (2)

  1. nice !!!!!! haha !!!!!! yes
    File encryption free http://roscom.info/story/18767

  2. good article !!!!!! haha !!!!!! yes
    Best Way To Recover Deleted Files Windows 7 http://gardengym.in/index.php?option=com_easyblog&view=dashboard&layout=write

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>