L’uomo mercato dell’estate: Carvalho de Olivera Amauri

di Aurelinho Commenta

Carvalho de Olivera Amauri è ormai un campione indiscutibile, ha tecnica, velocità, potenza fisica e fa spesso goal. E’ uno dei giocatori più richiesti del mercato, tutta l’Europa lo vuole, Barcellona, Milan, Juve, Real, Inter e Chelsea sono pronte a follie per lui. Un attaccante completo, moderno, che può far fare un salto di qualità a qualsiasi squadra, e che ora vuole un club prestigioso nel quale alzare qualche trofeo.


Nato a Carapiquiba, in Brasile, il 3 Giugno 1980, inizia a giocare a livello professionistico nel 2000/2001, quando viene acquistato dal Bellinzona, ma nel Gennaio 2001 si trasferisce al Napoli dove gioca 6 partita segnando un goal. Nell’estate 2001 passa al Piacenza dove gioca 7 partite senza mai segnare, per poi trasferirsi nel 2002/2003 all’Empoli, collezionando 23 presenze e 4 goals. Nel 2003 passa al Messina, segnando 4 reti in 23 partite, attirando le attenzioni del Chievo Verona, che lo acquista e lo fa giocare stabilmente. Dopo 90 presenze e 17 goals, nell’Agosto 2006 Amauri passa al Palermo.
Amauri sembra essere quello giusto, quello arrivato per non far rimpiangere l’ex rosanero Luca Toni che aveva lasciato un buco in avanti che né Caracciolo né Makinwa erano riusciti a colmare nella stagione precedente. Segna, stupisce, corre e aiuta i compagni, i suoi goals sono dei gioielli, uno su tutti quello a Firenze, quando fa tutto da solo, partendo dalla sinistra dribblando due avversari, e concludendo con un preciso diagonale imparabile, inventandosi un goal dal nulla. Ma il 23 Dicembre 2006, durante Siena – Palermo, si infortuna gravemente al ginocchio in uno scontro col portiere Manninger, riportando la rottura parziale del legamento crociato. Il suo infortunio porta il Palermo dalle zone alte della classifica, tanto che c’era chi lo vedeva come candidato allo scudetto, ad arrivare a malapena in Coppa Uefa a fine stagione, segno dell’importanza di Amauri per il Palermo.

Un infortunio lungo tutta la stagione restante, un calvario che si interrompe nell’Agosto 2007. Al Renzo Barbera si gioca Palermo – Real Saragozza, Amauri rientra dopo 8 mesi nel secondo tempo, segna una tripletta e serve un assist per Miccoli: i tifosi capiscono che il loro campione è tornato forte più che mai.
Nella stagione corrente il Palermo sta deludendo profondamente, Colantuono è già stato esonerato e Guidolin non riesce a risollevare le sorti della squadra, che sembra non possa fare a meno del proprio fenomeno, che in estate lascerà sicuramente il Palermo. Chi aveva ancora dubbi sulla sua classe si sarà ricreduto proprio ieri, nella partita persa dai rosanero contro il Torino per 3 a 1. Amauri ha siglato un goal fantastico, da campione straordinario: riceve palla a centrocampo, resiste ai contrasti di Lanna portandoselo dietro per 50 metri, entra in area, contrastato da altri due difensori granata, segna di sinistro in scivolata. Il suo valore di mercato si aggira intorno ai 25 milioni, una cifra che non dovrebbe fare paura ai grandi clubs europei, che prendendolo farebbero un grande acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>