Attento Reja, la panchina scotta

di Marco Mancini Commenta

Il presidente De Laurentiis, si sa, non è uno che le manda a dire, ma dopo l’ultima delusione del suo Napoli, le sue parole suonano molto come un ultimatum. Reduce dalle 5 scoppole ricevute dal Milan, il presidente sperava di rifarsi con la qualificazione in Coppa Italia, ma neanche stavolta è stato accontentato.

E così naturalmente a farne le spese è come al solito l’allenatore. Edy Reja è ufficialmente in bilico, dovesse sbagliare la prossima partita, dovrà aspettarsi l’invito a preparare le valigie.


Le dure parole di De Laurentiis sono state: “La squadra sembrava messa in campo per perdere“, difficilmente equivocabili anche dai più ottimisti. E ha aggiunto ancora: “Quando si vuole perdere una partita si gioca proprio come ha fatto il Napoli. Per battere la Lazio ci sarebbe voluta una squadra incazzata. E invece non so che cosa sia successo, non ho capito certe scelte. Io avrei messo in campo una squadra più offensiva”. Ricordiamo che il Napoli era reduce dalla sconfitta per 2-1 a Roma, e sarebbe bastato l’1-0 per spuntarla.

Ma le colpe, per una volta, non vanno tutte solo all’allenatore. Si perchè il patron ne ha anche per il ds Pierpaolo Marino, spiegando ai giornalisti che “Gli sto chiedendo di acquistare, vorrei due ali, ma lui mi dice continuamente che il mercato non offre niente, che gli acquisti si fanno a giugno. Io guardo e registro. Poi, i conti li faremo alla fine”.
Insomma, per una volta che un presidente ci tiene alla Coppa Italia, il resto della squadra gli rema contro.
Misteri del calcio italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>