Tiago vicino all’Atletico Madrid, Gilardino in rotta col Milan

di Aurelinho Commenta

La Juventus ha finalmente trovato una squadra disposta a prendere il deludente Tiago, anche se soltanto in prestito. Dopo il no del Tottenham alla richiesta della società bianconera di 13 milioni di euro per il cartellino del portoghese, è stato l’Atletico Madrid a farsi avanti per ottenere il centrocampista in prestito, per sostituire Maniche, approdato da pochi giorni alla corte di Roberto Mancini. La dirigenza della Juve si sta però muovendo anche alla ricerca di un difensore, per rafforzare un reparto che fino ad ora non ha soddisfatto Ranieri, e più che mai in difficoltà dopo il recente infortunio subìto da Giorgio Chiellini. Il club di corso Galileo Ferraris ha già il sì dello svedese Mellberg per un trasferimento a Giugno, quando il suo contratto sarà scaduto, ma si sta lavorando per convincere l’Aston Villa a cederlo subito, anche se ci vorranno circa 2 milioni di euro. Il nome nuovo è invece quello di Dario Simic, ormai caduto nel dimenticatoio al Milan, e potrebbe approdare già da Gennaio alla Juventus per rattoppare una difesa che non è sembrata all’altezza del blasone del club.

In casa Milan intanto, cresce il malcontento di Alberto Gilardino, che ormai è considerato dal mister Carlo Ancellotti la terza scelta in attacco. Sembra impossibile poter biasimare l’allenatore del Milan: dispone di un astro nascente come Pato, un fenomeno che sembra totalmente recuperato come Ronaldo e un Inzaghi che sembra non stancarsi mai di buttarla dentro, nonostante non sia più giovanissimo. Considerando tutti questi fattori, ed aggiungendo la pessima prestazione di Gila nella partita di coppa Italia contro il Catania, è facile trarre delle conclusioni, le stesse che trae il mister. Giuseppe Bonetto, procuratore dell’attaccante rossonero, ha confermato che sarà difficile che Alberto resti al Milan, se continuerà ad essere considerato una riserva, ma anche che l’ipotesi di uno scambio con la Fiorentina per arrivare a Frey è assolutamente da scartare, in quanto l’ingaggio dell’ex bomber del Parma (più di 3 milioni di euro) è assolutamente inaccettabile secondo la politica degli ingaggi del club viola.
Ma Bonetto, è anche il procuratore di Gianluca Zambrotta, da tempo nel mirino del Milan, e sembra sicuro un suo arrivo per Giugno, anche perché il terzino del Barça ha una gran voglia di tornare in Italia, e come dichiarato tempo fa, lo farebbe solo per approdare al Milan. Ma Berlusconi lo vuole subito, e il Barcellona sembra poter presto cedere l’ex Juventino campione del mondo a Berlino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>