Karim Benzema: il nuovo Zidane

di Gioia Bò 2

I paragoni si sprecano, ma sembrano non sfiorarlo nella sua modestia.
Il suo idolo è da sempre Ronaldo, da cui ha ripreso il modo di esultare, allargando le braccia; dicono che tocchi il pallone come Zidane e che palla al piede ricorda molto Kakà.

Per ora è semplicemente Karim Benzema, attaccante del Lione e della della nazionale francese, indicato come stella nascente del calcio d’oltralpe.
La scorsa settimana i titoli dei giornali francesi erano tutti per lui, per la “Stella Benzema” capace da solo di affossare i Rangers, i cui difensori sono letteralmente impazziti nel tentativo di fermarlo.
Non è facile marcarlo, vista la capacità di segnare da ogni posizione: alla Treseguet (sotto porta), ma anche da centrocampista consumato, con tiri potenti e precisi dalla distanza, di testa, con pallonetti.

Quest’anno il suo bottino personale è stato di 20 reti tra nazionale, campionato e coppe, a dimostrazione della tecnica di Karim e del suo sangue freddo in zona gol.

Se lo coccola il Lione questo ventenne dalle grandi speranze, che non vuole palcoscenici più in vista e giura fedeltà alla squadra che lo ha lanciato:
“Ho un contratto che scade nel 2012 e ho sempre detto al mio presidente che rimango fino a quando non vinceremo la Champions League. Per cambiare squadra c’è tempo. Ho ancora molte cose da fare a Lione”.

Sogni da realizzare per lui, per il Lione, per la Francia intera che spera di aver trovato il nuovo Zidane, che in più fa grappoli di gol. L’augurio è che a differenza di Zizou usi la testa solo per segnare!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>