Calcio estero, altri 7 gol del Barça, in Premier è Torres show

di Marco Mancini 1

Nel weekend nei campionati esteri non si è deciso molto, e tutte le attenzioni erano rivolte al derby di Manchester che si disputerà questa sera, e che molto probabilmente deciderà il vincitore della Premier League. Intanto però si è giocato su tutti i campi, e lo spettacolo non è mancato. A regalarlo sono le due protagoniste di una delle semifinali di Champions, le quali non sembravano risentire delle fatiche di coppa. Il Chelsea segna 6 gol, il Barcellona addirittura 7.

PREMIER LEAGUE – Ma cominciamo con la Premier. A mettersi in luce è la squadra di Di Matteo che contro il pericolante QPR va in gol dopo nemmeno un giro di orologio. La partita, indirizzata da Sturridge, praticamente non è mai aperta. Finché gli avversari cominciano a capirne qualcosa e si affacciano in area Blues infatti, il Chelsea è già avanti di quattro gol. Pochi minuti dopo la rete dell’attaccante londinese arriva il gol di Terry sugli sviluppi di un angolo, il gol di Torres ed il quasi autogol di Onuoha che consegna il 4-0 facile facile al Nino la dicono tutta. Solo nella ripresa il QPR si vede in avanti, ma i Blues segneranno altri due gol per il 6-0 finale.

Anche se il Chelsea sembra rinato, se non fosse per la FA Cup sarebbe ancora fuori dalla zona europea. Lì infatti ci sono il Newcastle, sconfitto da un sonoro 4-0 in casa del Wigan, ed il Tottenham che vince contro il Blackburn, mentre l’Arsenal pareggia ma rimane a +4 dalle inseguitrici per un posto in Champions League.

LIGA – Il Real Madrid è ormai sicuro di vincere la Liga con cui si dovrebbe consolare per l’eliminazione inaspettata dalla Champions League, ma per la matematica ci vuole almeno un’altra giornata. Era partito bene il Real che grazie ad una rete del solito Cristiano Ronaldo aveva incanalato la sfida contro il Siviglia. Gli avversari si divorano diversi gol, e così nella ripresa Benzema segna una doppietta e permette ai suoi di vincere comodamente.

Peccato per i blancos che due ore dopo scenda in campo un super-Barça che risponde da campione all’addio annunciato di Guardiola. Due gol di Messi (di cui uno in apertura), tanti assist della Pulce ed una prestazione straordinaria permettono ai blaugrana di incenerire il Rayo Vallecano. Finirà 0-7 e chissà se la partita contro il Chelsea sarebbe andata diversamente se Guardiola avesse annunciato l’addio prima della sfida-Champions. Assegnato lo scudetto, rimane aperta la zona Champions League in Spagna dove il Malaga sconfigge il Valencia e lo aggancia al terzo posto dopo una rimonta durata mesi. Ma attenzione anche al Levante che è a -3 dalla coppia.

ALTRI CAMPIONATI – In Francia è notte fonda per Ancelotti che perde a Lilla e scivola a -5 dal Montpellier ed ora rischia persino di perdere la seconda posizione che manda direttamente in Champions, visto che proprio il Lilla è sotto di 2 punti. In Bundesliga il Borussia festeggia la vittoria del campionato asfaltando 2-5 il già retrocesso Kaiserslautern. Il Bayern vince e si assicura matematicamente il secondo posto, come è certo il terzo dello Schalke. Ormai i verdetti sono già sicuri visto che manca soltanto una giornata: in Champions vanno Borussia Dortmund, Bayern e Schalke, ai preliminari il Moenchengladbach ed il Europa League Bayer Leverkusen e Stoccarda (resta aperto solo il preliminare a cui puntano 3 squadre), mentre Colonia, Herta e Kaiserslautern saranno retrocesse.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>