Udinese – Lazio 2-0, corsa Champions per quattro

di Giovanni Ferlazzo 3

Posticipo 35a giornata Serie A
Stadio Friuli di Udine

Udinese – Lazio 2-0

Reti: 24′ st Di Natale (U); 49′ st Pereira (U)

Il posticipo della trentacinquesima giornata di Serie A propone l’interessante sfida Champions tra Udinese e Lazio. I biancocelesti occupano il terzo posto in compagnia di Napoli e Inter a 55 punti, con i bianconeri che seguono a tre lunghezze. Per i ragazzi di Guidolin dunque l’occasione di agganciare le altre tre in terza posizione, mentre per gli uomini di Reja una nuova occasione per staccare tutti e mettere i friulani virtualmente fuori dalla corsa Champions.

In avanti nell’Udinese ci sono Di Natale e Fabbrini, con la Lazio che si presenta invece con Mauri e Tommaso Rocchi.

EQUILIBRIO – Il primo tempo non è bellissimo né esattamente spettacolare nonostante i ritmi non siano particolarmente blandi. Le due squadre preferiscono essere prudenti per non rischiare troppo nei confronti della rispettiva avversaria, consapevoli che il risultato di questa sera può essere decisivo in chiave Champions League. Ai punti meglio l’Udinese, capace di costruire le migliori occasioni da rete anche se specialmente con sporadiche conclusioni da fuori. La Lazio continua invece a mostrare i problemi delle ultime uscite, infortuni compresi: Biava e Matuzalem sono costretti infatti ad abbandonare anzitempo la partita.

REGALI DI NATALE – Nella ripresa le cose non cambiano. A fare la partita sono sempre i problemi di casa che hanno subito una buona occasione con Asamoah che ci prova dalla lunghissima distanza non inquadrando però lo specchio della porta. Al dodicesimo è Di Natale a sprecare da posizione favorevole, ma è lo stesso attaccante napoletano, al ventiquattresimo, a cambiare la partita: gran cross da parte di Domizzi e Di Natale realizza con una spettacolare mezza girata. La Lazio prova la reazione ma è timida e incapace a creare vere occasioni da rete. Nel finale, Pereyra segna il raddoppio approfittando di una situazione tragicomica: Marchetti e la Lazio, tutti in avanti per trovare il pareggio nel finale, sentono un fischio dalle tribune e credono che la partita sia finita. Così non era stato e l’Udinese ha continuato a giocare chiudendo la partita. Brutta rissa subito dopo il vero triplice fischio, specialmente tra i dirigenti. Espulso Dias. Marchetti e Scaloni inveiscono duramente contro l’arbitro. Ma Bergonzi non ha assolutamente nessuna colpa, come testimoniano le immagini TV. Arriveranno pesanti sanzioni.

Photo credits | Getty Images

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>