Maradona, buona la prima

di Marco Mancini Commenta

Parte subito bene El Pibe de Oro sulla panchina dell’Argentina. Alla prima gara da ct sblocca subito la casella delle partite vinte con lo 0-1 in Scozia grazie alla rete di Maxi Rodriguez. Tante stelle hanno portato ad un buon gioco per essere la prima gara con una tattica tutta nuova, ma pochi gol. Ne basta uno, e di più Maradona non poteva proprio sperare.

Ma non ci sono state solo amichevoli. Infatti sono state disputate ben 12 partite di qualificazione ai mondiali 2010 in tutto il mondo. In Europa si è giocato solo nella Repubblica di San Marino, dove la squadra di casa è stata sconfitta dalla Repubblica Ceca per 3-0. Nelle altre gare di qualificazione spiccano le vittorie del Giappone e della Corea, che nel big match di giornata ha battuto l’Arabia Saudita.

Tornando alle amichevoli, oltre alla gara dell’Argentina, interessante perchè in panchina c’era un certo Maradona, la più importante era sicuramente Germania-Inghilterra. Non volendoci soffermare sugli arresti che hanno preceduto la gara per gli scontri tra tifosi, ci limitiamo solo a sottolineare il successo degli inglesi per 2-1 con rete risolutiva di Lampard a 6 minuti dalla fine, nonostante i tantissimi infortuni che hanno colpito la squadra di Capello.

Molto bene comunque gli “italiani” in giro per il mondo. Oltre all’allenatore dell’Inghilterra e ai 5 in campo con l’Argentina, possono gioire di queste amichevoli anche Hamsik (doppietta nel 4-0 al Liechtenstein), Mexes e Gargano in Francia-Uruguay perchè hanno protetto bene le loro porte nello 0-0 finale, e Vieira che è sembrato essersi lasciato alle spalle quasi completamente ogni guaio fisico. Non va bene invece a Trapattoni, che dopo i proclami di fiducia nella sua Irlanda, tanto da sfidare anche l’Italia, perde in casa contro la Polonia.

Altra gara interessante è stata Olanda-Svezia, dove gli Oranje hanno confermato il loro buon momento, anche senza Van Nistelrooy, vincendo 3-1 con doppietta di Van Persie. Dopo il pareggio contro la Grecia comunque l’Italia può star tranquilla. L’altra squadra importante del suo girone, la Bulgaria, ha dimostrato tutti i suoi limiti perdendo 6-1 in Serbia. Prima vittoria storica invece per il Montenegro, ma arrivata contro la Macedonia, quindi un risultato che non conta più di tanto.

Vincono anche, tra le altre, Svizzera, Ucraina, Spagna, Romania e Turchia, mentre fuori dall’Europa l’Egitto si impone 5-1 sulla sorpresa delle ultime qualificazioni africane Benin, candidandosi così a ruolo di scheggia impazzita per il prossimo mondiale, mentre il Sudafrica si scrolla di dosso l’etichetta di squadra materasso del prossimo torneo, in cui si qualifica solo perchè Paese ospitante, vincendo 3-2 sul Camerun di Eto’o.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>