Olimpiadi 2012: flop Brasile, oro Messico

di Giovanni Ferlazzo 2

 Giochi della XXX Olimpiade – Londra 2012
Finale calcio maschile – Stadio Wembley di Londra

Brasile – Messico 1-2

Reti: 1′ pt e 30′ st Peralta (M); 46′ st Hulk (B)

Si gioca a Wembley l’atto finale del torneo maschile di calcio delle Olimpiadi di Londra 2012. In campo Brasile e Messico, due squadre che non hanno mai vinto l’oro olimpico di categoria: un vero e proprio tabù per i maestri verdeoro che vorranno sfatare questo pomeriggio. Per il Messico, comunque vada, sarà la prima medaglia in assoluto in un torneo di calcio legato alle Olimpiadi, ma è chiaro che il sogno sarebbe quello di portare a casa il metallo più prezioso.

La nazionale brasiliana si affida ovviamente al talento di Neymar e Diamao, con i messicani che invece puntano sul goleador Peralta.

LAMPO PERALTA – Pronti, via e subito l’attaccante del Santos Laguna porta clamorosamente in vantaggio il Messico. Sbaglio clamoroso di Rafael in fase di disimpegno che favorisce così l’intervento di Peralta che solo davanti al portiere semplicemente non può sbagliare. La reazione brasiliana è rabbiosa ma confusa e non crea veri e propri pericoli alla difesa messicana che deve soffrire solamente all’undicesimo minuto quando un colpo di testa di Thiago Silva sorvola di poco la traversa. Bisogna poi aspettare il trentanovesimo quando una bomba di Hulk costringe Corona agli straordinari. Ci prova anche Neymar nel recupero, ma all’intervallo è 1-0 Messico.

 ANCORA PERALTA – Partono fortissimo i verdeoro che ancora con l’attaccante del Santos vanno vicini al pareggio. Il vantaggio messicano però non è un caso e la nazionale centroamericana si rende un paio di volte pericolosa sfruttando le disattenzioni difensive del Brasile: clamorosa la traversa di Fabian su rovesciata al ventesimo. I messicani giocano con umiltà, con i sudamericani che invece appaiono spocchiosi e presuntuosi, preferendo le soluzioni solitarie al gioco di squadra e nel finale persino litigando tra loro. Inevitabile quindi arriva il 2-0, ancora con Peralta che con un colpo di testa implacabile non lascia scampo a Gabriel. Il Messico va poi addirittura vicino al tris, prima di subire il gol della bandiera da parte di Hulk nel recupero. Il Brasile poi spreca clamorosamente la palla del 2-2 con Oscar, che solo davanti al portiere spara alto di testa.

Ma è trionfo senza storie, oro meritato e indiscutibile per i centroamericani. Terzo argento per il Brasile che riceve anche un’interessante lezione di umiltà.

Photo credits | Getty Images

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>